Rdc: quando verrà tolto dal governo Meloni?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
05/10/2022

Il Reddito di Cittadinanza è uno dei temi più discussi e dibattuti, in quanto con la formazione del futuro governo di centro destra, uno dei punti del programma elettorale era proprio quello di abolirlo. Ma quando ciò potrebbe diventare efficace, lasciando così milioni di persone senza la sicurezza economica del Rdc?

reddito-di-cittadinanza

Sono passati ormai più di tre anni da quando il Reddito di Cittadinanza è stato introdotto nell’ordinamento, a causa della ferrea volontà del Movimento 5 Stelle. Con il primo governo giallo-verde, ossia Movimento e Lega, la misura fu introdotta nell’Aprile 2019, per la gioia di molte famiglie che erano a forte rischio povertà.

Ora però la misura è a forte rischio, almeno per alcuni: vediamo chi continuerà ad averlo e chi no!

Rdc: via già nel 2023?

reddito-di-cittadinanza

Una delle prospettive più preoccupanti del nuovo governo, che spaventa fortemente milioni di italiani, è che Giorgia Meloni possa cancellare il Reddito di Cittadinanza. Questa prospettiva è più che unna semplice fantasia, in quanto nella campagna elettorale la misura era stata definita stupida ed inutile dalla Meloni stessa. Resta solamente da capire quando verrà cancellata la misura.

L’eventualità più probabile è che il nuovo governo interverrà sul Reddito già a partire dalla prossima legge di Bilancio 2023, in cui le modifiche al regolamento, se non una decisa cancellazione, sono più che probabili.

Rdc: quando verrà sospeso il pagamento?

reddito di cittadinanza

Vediamo ora quando verrà sospeso il pagamento del Reddito di Cittadinanza, eventualità molto probabile con l’approvazione della nuova Legge di Bilancio. Il primo step potrebbe essere quello di bloccare le nuove richieste per la somministrazione del Reddito: tale eventualità avrebbe inizio già a partire dai primi mesi del 2023.

E per coloro che hanno ancora dei mesi garantiti da un recente rinnovo? Per costoro lo scenario più probabile è quello che la misura continuerà ad essere erogata fino a scadenza, per poi essere interrotta a causa dell’impossibilità di effettuare il rinnovo.