Reddito di Cittadinanza 2022: chi lavora può chiedere il sussidio?

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
16/03/2022

Il Reddito di cittadinanza è un sussidio rivolto a coloro che versano in condizioni di disagio economico. L’obiettivo principale della misura non è soltanto quello di dare sostegno economico ma anche quello di incentivare l’occupazione; tuttavia, esistono dei casi in cui i lavoratori possono percepire il sussidio, nonostante siano occupati.

reddito-di-cittadinanzaLa finalità del Reddito di cittadinanza non è soltanto quello di sostenere le famiglie in un periodo di difficoltà economica, ma anche quella di aiutare i precettori del sussidio a trovare un lavoro. Per questo motivo è necessario rilasciare la dichiarazione d’immediata disponibilità al lavoro (DID) quando si presenta domanda.

Tuttavia, ciò non vuol dire che chi usufruisce del reddito di cittadinanza non possa lavorare, né che chi lavora non possa chiedere il sussidio. Vediamo insieme quali sono i requisiti necessari per poter beneficiare del Reddito.

Reddito di cittadinanza 2022: i requisiti economici

reddito cittadinanzaPer poter beneficiare del Reddito di cittadinanza è necessario rispettare i seguenti requisiti economici:

  • ISEE inferiore a 9.360€;
  • patrimonio immobiliare inferiore a 30.000€;
  • patrimonio mobiliare inferiore a 6.000€. Questo limite è innalzato di 2.000€ per ogni componente familiare successivo al primo (fino ad un massimo di 10.000€). Vi è poi un incremento di 1.000€ per ogni figlio successivo al secondo, e di 5.000€ in caso di presenza di una persona con disabilità nel nucleo familiare;
  • reddito familiare non superiore a 6.000€ (moltiplicato per il parametro di scala di equivalenza). Questa soglia è aumentata a 9.360€ qualora il nucleo familiare sia in affitto.

Reddito di cittadinanza 2022: cosa succede se si lavora?

reddito-di-cittadinanzaÈ possibile usufruire del Reddito di cittadinanza anche se si lavora, purché si rispettino i requisiti economici precedentemente citati. Infatti, esistono dei casi in cui lo stipendio percepito non è sufficientemente elevato per mandare avanti una famiglia.

Allo stesso tempo non si perde automaticamente il diritto al reddito di cittadinanza qualora si trovi un lavoro nel periodo di percezione della misura, sia in autonomia che grazie al supporto del centro per l’impiego.

In entrambi i casi, il valore dell’importo mensile sarà proporzionato a quello del reddito familiare, a meno che non vengano superati i requisiti economici. In quest’ultimo caso, infatti, potrebbe verificarsi la decadenza del sussidio.