Reddito di Cittadinanza 2022: chi riceve la doppia ricarica

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
13/02/2022

Il mese di febbraio porta con sé delle interessanti novità per i percettori del Reddito di cittadinanza, che vedranno i loro importi aumentati delle due mensilità dell’assegno unico. Vediamo insieme del dettaglio chi potrà usufruire dell’aumento.

Reddito di cittadinanza (1)Nel mese di febbraio alcuni dei percettori del Reddito di cittadinanza riceveranno una doppia ricarica; infatti, l’Inps verserà ai nuclei familiari che beneficiano del sostegno economico gli importi relativi a due mensilità dell’assegno unico (gennaio e febbraio), in attesa dell’erogazione dell’assegno unico universale, che avverrà dal 1° Marzo.

Reddito di cittadinanza 2022: chi beneficia della doppia ricarica?

reddito-di-cittadinanzaSaranno le famiglie con a carico figli fino ai 18 anni di età a veder aggiunte al proprio importo del Reddito di cittadinanza le due indennità dell’assegno unico dal 25 febbraio. Nel frattempo, si attende l’erogazione dell’Assegno unico universale che avverrà nel mese di marzo tramite accredito automatico da parte dell’Inps.

Tuttavia, non tutti i potenziali beneficiari della doppia ricarica usufruiranno dell’incremento poiché è necessario considerare l’aggiornamento dell’ISEE 2022. In particolare, saranno interessati dall’aumento i nuclei familiari che hanno dimostrato un peggioramento della propria situazione economica, ossia le famiglie con redditi 2020 inferiori a quelli del 2019.

Gli importi dell’Assegno unico universale 2022

Big family walking outdoorsL’Assegno Unico Universale è la misura economica a sostegno delle famiglie con figli a carico entrata in vigore nel 2022. Il nome di tale misura deriva dal fatto che andrà a sostituire la maggior parte delle altre misure erogate alle famiglie.

I primi pagamenti avranno inizio il 1° Marzo 2022, i cui importi cambieranno in base all’ISEE:

  • per i redditi più bassi sarà di circa 180 euro per ogni figlio e dal terzo figlio in poi l’importo arriva a 250/260 euro;
  • per i redditi più alti, e anche per coloro che decidono di non presentare l’ISEE, l’importo cala fino ai 50 euro a figlio.

Ci sarà inoltre una maggiorazione se entrambi i genitori lavorano.