Reddito di cittadinanza 2022: come presentare domanda dopo la revoca

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
14/08/2022

Quando il Reddito di cittadinanza viene revocato, è possibile presentare una nuova domanda per il beneficio. Tuttavia, la richiesta può essere fatta soltanto una volta decorso uno specifico periodo di tempo. Vediamo insieme.

reddito-di-cittadinanza

In caso di revoca del Reddito di cittadinanza, la normativa di riferimento prevede la possibilità di presentare nuovamente domanda per il beneficio.

Vediamo insieme a partire da quando e come.

Reddito di cittadinanza 2022: come fare domanda dopo la revoca

reddito-1200-1

Nel caso in cui il Reddito di cittadinanza venga revocato, è possibile presentare una nuova domanda decorsi diciotto mesi dalla data del provvedimento di revoca o di decadenza. Il termine è abbreviato a sei mesi in presenza di minorenni o componenti con disabilità nel proprio nucleo familiare.

Il Reddito di cittadinanza, infatti, è riconosciuto per un periodo continuativo non superiore a diciotto mesi. Tuttavia, è bene sottolineare che, in caso di rinnovo del beneficio:

ai sensi dell’articolo 3, comma 6, deve essere accettata, a pena di decadenza dal beneficio, la prima offerta utile di lavoro congrua ai sensi del comma 9.

Si precisa, inoltre, che anche per la presentazione delle domande di rinnovo, così come per la presentazione delle prime domande e delle nuove domande, il rinnovo può essere richiesto:

  • tramite il gestore del servizio integrato;
  • accedendo in via telematica, tramite SPID, al sito www.redditodicittadinanza.gov.it;
  • presso i centri di assistenza fiscale:
  • presso gli istituti di patronato;
  • tramite il sito www.INPS.it, con PIN dispositivo, SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica.

Come controllare se il RdC è stato revocato

reddito cittadinanza

Per controllare se il Reddito di cittadinanza è stato revocato, l’unico modo è quello di entrare nella propria area privata sul sito INPS (accessibile con l’apposito PIN o in alternativa con SPID o CNS o CIE) e cliccare sulla voce relativa allo stato del reddito di cittadinanza.

Da qui scoprirete se il RdC è stato solamente sospeso oppure se è decaduto; sempre da qui troverete la motivazione che ha portato l’Inps a procedere in questo modo.