Reddito di cittadinanza 2023: chi lo perde da agosto?

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
09/02/2023

Secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio, sarà possibile usufruire del Reddito di cittadinanza per un periodo massimo di sette mensilità. Ma chi lo perderà a partire da agosto? Vediamo insieme.

reddito-di-cittadinanza

La Legge di Bilancio ha stabilito che i percettori del Reddito di cittadinanza potranno usufruire del sostegno economico soltanto per sette mensilità. Ciò significa che a partire da agosto ben 600mila persone dovranno dire addio al sussidio.

Ma cosa succede dopo agosto? Il governo ha intenzione di introdurre una nuova misura? Vediamo insieme.

Reddito di cittadinanza, addio per 600 mila persone da agosto

reddito-di-cittadinanza

A perdere il Reddito di cittadinanza sono coloro che vengono considerati “occupabili“, esclusi, dunque, i nuclei familiari al cui interno ci sono persone con disabilità, minorenni o over 60.

Inoltre, perdono il sussidio coloro che rifiutano la prima offerta di lavoro e che non frequentano i corsi di formazione obbligatori.

A partire da agosto saranno 600mila le persone che perderanno il diritto al Reddito di cittadinanza, ma il governo ha parlato della possibile introduzione di un’alternativa al sussidio voluto dal Movimento 5 Stelle.

Cos’è il Reddito d’inclusione

L’esecutivo ha rassicurato di voler introdurre una misura sostitutiva all’attuale Reddito di cittadinanza. Nello specifico, la ministra del Lavoro, Marina Calderone, ha parlato di una sorta di “nuovo Reddito d’inclusione“.

D’altronde, recentemente è arrivata una raccomandazione dall’Unione Europea che invita gli Stati membri a prevedere una misura di Reddito minimo a integrazione del reddito.

Verso il Reddito di cittadinanza regionale

Dopo la stretta del governo sul Reddito di cittadinanza, la candidata 5S alla presidenza della Regione Lazio, Donatella Bianchi, ha parlato della possibile introduzione del sussidio ma su base locale.

La candidata del M5S nel Lazio ha dichiarato di aver calcolata la fattibilità dell’introduzione del Reddito di cittadinanza regionale, ma non è entrata nei dettagli della misura.

Le modifiche al RdC della Manovra

A non poter più beneficiare del Reddito di cittadinanza nel 2023 sono i cosiddetti “occupabili“, ossia le persone con età compresa tra i 18 e 59 anni che non hanno nel nucleo familiare disabili, minori o persone a carico con almeno 60 anni di età.

Nello specifico, gli occupabili possono usufruire del Reddito per un periodo massimo di sette mesi, anziché 18 come precedentemente previsto, e dovranno partecipare a un corso di formazione o riqualificazione professionali, pena il decadimento del beneficio. Il sussidio si perde anche nel caso si rifiuti la prima offerta di lavoro.