Reddito di cittadinanza 2023: in quali Paesi europei è presente?

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
24/01/2023

Nonostante in Italia il Reddito di cittadinanza sarà presto abolito, in alcuni Paesi europei sono ancora presenti delle misure molto simili. Vediamo insieme alcuni di questi Stati.

reddito-di-cittadinanza

Il Reddito di cittadinanza è stato ampiamente modificato dalla Legge di Bilancio 2023. Innanzitutto, la Manovra ha introdotto l’obbligo formativo di almeno 6 mesi e la perdita del beneficio dopo il rifiuto della prima offerta di lavoro. Inoltre, la Manovra ha limitato la fruizione del Rdc a 7 mensilità, e la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha annunciato che il sussidio sarà abolito a partire dal 2024.

Nonostante ciò, in alcuni Paesi europei è in vigore una misura simile. Vediamo insieme in quali.

Reddito di cittadinanza: in quali Paesi è in vigore

reddito cittadinanza

Nonostante in Italia i cittadini e le cittadine si preparano a dire addio al Reddito di cittadinanza, in alcuni Paesi europei esistono misure simili alcuni in vigore, tra cui la Germania e la Spagna.

Come funziona il Bürgergeld in Germania

Il 1° gennaio 2023 è entrata in vigore in Germania la nuove legge sul reddito di cittadinanza, il Bürgergeld. Inoltre, il sussidio è stato aumentato in seguito al livello del tasso di inflazione dell’ultimo anno.

Gli importi del sussidio sono i seguenti:

  • 502 euro – persona single
  • 451 euro – partner, sposati o non sposati, in una relazione di convivenza
  • 420 euro – ragazzi di età compresa tra i 14 e i 17 anni
  • 348 euro – bambini di età compresa tra 6 e 13 anni
  • 318 euro – bambini fino a 5 anni (inclusi)

Le prestazioni di base sono aumentate in media tra i 35 e i 53 euro.

Come funziona l’Ingreso Minimo Vital in Spagna

In Spagna, invece, c’è l’Ingreso Minimo Vidal e consiste in un sussidio grazie al quale lo Stato spagnolo cerca di prevenire il rischio di povertà ed esclusione sociale delle persone alle prese con delle difficoltà economiche tali da non riuscire a comprare il minimo indispensabile per la propria sussistenza.

Anche in Spagna è previsto un aumento dell’importo del sussidio. In quest’ultimo caso pari all’8,5% perché l’Ingreso Minimo Vital sarà indicizzato all’aumento generale dei prezzi.