Reddito di Cittadinanza, caos pagamenti: facciamo chiarezza

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
07/04/2022

Cosa sta succedendo al Reddito di Cittadinanza? Questa è la domanda che si stanno facendo in molti, dopo che alcune famiglie non hanno ricevuto il compenso nel mese di Marzo. Sembra che ad Aprile arriveranno importi tagliati: facciamo chiarezza insieme!

reddito-di-cittadinanza

L’INPS ha avuto molto lavoro da fare per quanto riguarda il Reddito di Cittadinanza, dato che vi sono delle novità sul metodo di calcolo che hanno portato a delle modifiche per quanto riguarda le somme spettanti dai beneficiari. La principale novità è che nel calcolare l’importo si tiene conto delle maggiorazioni spettanti sui trattamenti assistenziali e previdenziali.

Una delle conseguenze è che vi saranno dal 1° Gennaio 2022 dei tagli per le famiglie con invalidi civili totali, ciechi assoluti, sordomuti e inabili al lavoro.

Reddito di Cittadinanza: per chi non è stato pagato a Marzo?

reddito cittadinanza

Vediamo in primis le motivazioni, e per quali categorie di beneficiari, il Reddito di Cittadinanza non è stato pagato a Marzo 2022. Si tratta di coloro che hanno ricevuto gli aumenti della pensione stabiliti con il decreto Agosto. Questo perché l’INPS a partire dal gennaio 2022, ha iniziato a tenere conto delle maggiorazioni sociali sulle pensioni e su altri trattamenti assistenziali.

I tagli sarebbero dovuti essere applicati già nel mese di Febbraio, ma per alcuni errori di calcolo non sono stati applicati, ricevendo così per Febbraio l’importo pieno. Ragione per la quale il mese di Marzo nulla è stato erogato.

Reddito di Cittadinanza: le novità per i pagamenti di Aprile

reddito-di-cittadinanza

Stando a quanto annunciato dall’INPS, nel mese di Aprile si assisterà a versamenti del Reddito di Cittadinanza con importi tagliati, per le ragioni esposte in precedenza. In special modo avranno dei tagli coloro che a Febbraio hanno ricevuto l’importo pieno, in quanto i ricalcoli effettuati per Marzo avranno delle conseguenze sui pagamenti di Aprile.

Nei casi in cui il conguaglio dovesse portare a somme con valori negativi, il debito verrebbe rateizzato, in modo tale da garantire comunque un minimo reddito per la mensilità di Aprile.