Reddito di Cittadinanza: chi dovrà restituirlo?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
14/10/2022

Si continua a parlare ininterrottamente del Reddito di Cittadinanza, in particolare della volontà di Giorgia Meloni di volerlo tagliare in quanto poco in linea con la sua visione politica. Ad oggi sembra che le prospettive siano leggermente più accomodanti, ma qualcuno potrebbe rischiare di subire una doppia beffa. Vediamo di chi si tratta nel seguente articolo.

reddito di cittadinanza

La battaglia politica sul Reddito di Cittadinanza è appena iniziata, ma sono già molti i segnali di un possibile addio della misura, almeno nel formato in cui la conosciamo ora. Il Reddito è stato uno dei punti cardine della campagna elettorale di Fratelli d’Italia, essendo stata esposta più volte la volontà di eliminarlo dall’ordinamento.

Vi sono però delle categorie che rischierebbero di subire una doppia beffa: vediamo insieme di chi si tratta e cosa si rischia in particolare.

Rdc: cosa rischia chi non lo avrà più?

reddito-di-cittadinanza

Sembra assurdo, ma chi ad oggi ha delle somme a reddito in più derivanti dal Rdc, si potrebbe trovare nella situazione di dover addirittura restituire quanto sta percependo. Attenzione: questa misura non interessa tutti i percettori, per lo meno quelli che stanno ottenendo le somme in maniera legale.

Si tratta invece di tutti coloro che nel corso degli anni hanno ottenuto il Reddito in modalità illecita, senza rispettare le norme e causando un danno economico allo Stato. Queste persone, in caso di intensificarsi dei controlli dovranno restituire quanto ottenuto in maniera illecita.

Rdc: esempi di chi dovrà restituirlo

reddito-di-cittadinanza

Vediamo dei oratici esempi di soggetti che dovranno restituire il Reddito di Cittadinanza in caso di intensificarsi dei controlli. Una delle categorie più colpite sarebbe quella dei lavoratori in nero, percettori del reddito. In questo caso la sanzione potrebbe anche essere quella della reclusione da 1 a 3 anni.

Ma anche chi ha difformità nella domanda del reddito di cittadinanza: ad esempio chi ha omesso d’indicare tutti i componenti del nucleo familiare nella Dsu ai fini Isee, oppure chi ha approfittato di una residenza fittizia per beneficiare del Rdc per se stesso. I furbetti faranno bene a fare molta attenzione.