Reddito di Cittadinanza: chi rischia di perderlo?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
17/12/2021

Per i beneficiari del reddito di Cittadinanza aleggia il pericolo decadenza del beneficio, già da Febbraio 2022. Nel seguente articolo spiegheremo come si può verificare già da ora se si rischia di perderlo o meno. 

Reddito di cittadinanza

Molte famiglie beneficiarie del Reddito di Cittadinanza rischiano di vedersi erogata l’ultima mensilità in Gennaio 2022: ciò perché per molti ci sarà la decadenza del beneficio già a partire da Febbraio 2022. La motivazione principale della cessazione dei benefici è che vi sarà il tanto temuto ricalcolo, che avverrà dopo il rinnovo dell’ISEE.

Ma quindi c’è un modo per verificare già da ora se si andrà incontro alla cessazione del beneficio? Analizziamo la questione insieme.

Reddito di Cittadinanza: ecco i termini per il 2022

reddito-di-cittadinanza

Con l’avvento del nuovo anno, è anche tempo di calcolare il nuovo ISEE, indicatore sempre più importante per l’ottenimento di bonus ed agevolazioni. Con il nuovo calcolo dell’ISEE dunque molti beneficiari rischieranno di perdere il Reddito per il 2022.

Coloro che perderanno ad ogni modo il Reddito di Cittadinanza per il 2022 sono coloro che:

  • hanno un ISEE 2022 superiore alla soglia dei 9.360,00€;
  • hanno dei redditi superiori alla soglia di 6.000,00€ per la persona sola, la quale va moltiplicata per il parametro di scala di equivalenza per i nuclei familiari numerosi;
  • superano la soglia prevista dalla normativa per il patrimonio mobiliare, pari a 6.000,00€ più eventuali maggiorazioni.

Reddito di Cittadinanza: le soglie ISEE per continuare ad ottenerlo

reddito-1200-1

Vi sono delle soglie patrimoniali, in termini di ISEE, che precluderanno il diritto di essere beneficiari del Reddito. Il nuovo ISEE verrà calcolato sulla situazione patrimoniale del 2020. Le soglie che non si potranno superare sono le seguenti:

  • 6.000,00€ per la persona sola;
  • 7.200,00€ per il nucleo mono-genitoriale con un figlio minore;
  • 8.400,00€ per il nucleo composto da due maggiorenni;
  • 8.400,00€ per il nucleo mono-genitoriale con due figli minori;
  • 9.600,00€ per il nucleo composto da due genitori e un figlio minore;
  • 10.800,00€ per il nucleo composto da due genitori e due figli minori.

Dunque guadando alla situazione patrimoniale, inerente ai redditi in entrata per il 2020, sarà possibile rendersi conto se si rientrerà tra i beneficiari del Reddito o meno.