Reddito di Cittadinanza: è giusto abolirlo?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
01/06/2022

Ci si sta interrogando sempre di più sul fatto se abolire il Reddito di Cittadinanza sia giusto o sbagliato. La questione è stata sollevata in primis dalle forze politiche in questi ultimi giorni, al punto da far partire in sondaggio a riguardo. Vediamo insieme quali sono stati i risultati e chi ha avuto la meglio.

reddito-di-cittadinanza

Matteo Renzi, leader del partito politico Italia Viva, ha di recente lanciato la sfida al reddito di cittadinanza e di conseguenza all’intero gruppo del Movimento 5 Stelle. In particolare è stato dichiarato che sarebbe pronto a far partire una raccolta firme con l’idea di elargire un referendum per abolire la misura. Ma è giusto abolire il Reddito di Cittadinanza?

Scopriamolo insieme nel seguente articolo!

Reddito di Cittadinanza: andrebbe abolito?

reddito-di-cittadinanza

La domanda è molto pesante, il cui esito si può bene intendere è diviso tra chi ne ha tratto beneficio e chi no. Vediamo però quali sono le tesi portate avanti dagli abolizionisti. In primis vi è la questione legata alla mancanza di utilità all’ecosistema lavoro italiano: secondo gli abolizionisti infatti il reddito di cittadinanza sarebbe uno dei colpevoli principali del mancato inserimento nel mondo del lavoro di moltissime persone beneficiarie.

Per non tralasciare poi il fatto che risulti diseducativo per i figli dei beneficiari: avere soldi per non far nulla non è il massimo dell’etica lavorativa.

Reddito di Cittadinanza: è veramente da buttare?

Reddito di cittadinanza (1)

Ma cerchiamo di vedere l’altra faccia della medaglia. Dietro al Reddito di Cittadinanza, oltre a scandali e mancanza di occupazioni, ci sono anche realtà complicate, di famiglie che non avevano né lavoro né da mangiare, che sono state salvate dal reddito. Per questo motivo viene considerata ad oggi la misura di welfare più importante dell’ordinamento.

E’ chiaro che vi è ampio margine di miglioramento, in particolare gli aspetti legati all’inserimento dei beneficiari nel mondo del lavoro. I centri per l’impiego sono un fiasco e c’è bisogno di rivedere l’intero meccanismo.