Reddito di cittadinanza giugno 2021: pagamento in anticipo

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
23/06/2021

Il Reddito di cittadinanza di giugno 2021 potrebbe arrivare ai beneficiari con qualche giorno di anticipo, cadendo il 27 di questo mese di domenica. Sarà l’INPS a decidere se procedere o meno con i pagamenti nella settimana in corso: i cittadini potranno controllare nell’apposita sezione sul sito dell’Istituto.

reddito-di-cittadinanza

Il Reddito di cittadinanza di giugno 2021 potrebbe venire accreditato qualche giorno prima della data solitamente designata del 27 del mese, cadendo questa volta di domenica.

Interessati sono tutti coloro in attesa della ricarica di giugno, a differenza di chi invece ha chiesto il rinnovo a maggio avendo terminato le prime 18 mensilità ad aprile: questi hanno già ricevuto il versamento intorno alla metà del mese in corso.

Vediamo insieme le ipotesi di pagamento del Rdc di giugno 2021 e cosa è avvenuto in passato in situazioni analoghe.

Reddito di cittadinanza: ipotesi pagamento anticipato

2021-calendar-with-banknotes-arrangement

Il pagamento del Reddito di cittadinanza relativo a giugno 2021 potrebbe essere effettuato prima del previsto.

Il 27 di questo mese, infatti, cade di domenica: una situazione che ha portato molti beneficiari a chiedersi se l’INPS anticiperà o meno i versamenti, che a questo punto potrebbero arrivare già durante la settimana attualmente in corso. Le ipotesi al momento più gettonate sono le giornate del 25 e del 26.

Una decisione che interessa tutti quei cittadini in attesa della ricarica di giugno, a differenza di quelli che invece hanno visto scadere le prime 18 mensilità ad aprile e ne hanno chiesto il rinnovo a maggio: per questi soggetti l’INPS ha già provveduto a recapitare il Rdc intorno alla metà del mese di giugno.

Reddito di cittadinanza in anticipo: i precedenti

businessman-marking-on-calendar-for-an-appointment-min

Una situazione analoga a quella di questo mese si era verificata nel settembre del 2020, mese in cui il 27 cadeva allo stesso modo di domenica.

Allora, tuttavia, non vi fu nessun ancitipo del pagamento del Reddito di cittadinanza, che fu invece accreditato il lunedì successivo (il 28).

Di conseguenza, non c’è ancora alcuna certezza su ciò che deciderà di fare l’INPS. L’unica cosa che può fare il cittadino è controllare l’eventuale versamento anticipato nell’apposita sezione sul portale dell’Istituto, accedendo come sempre tramite SPID, CIE, CNS o PIN INPS (rilasciato precedentemente al 1° ottobre 2020).