Reddito di cittadinanza: i casi più incredibili

Camilla
  • Dott. in Scienze della Comunicazione
05/11/2021

Negli ultimi mesi sono stati diversi i soggetti scoperti per illecita acquisizione del sussidio statale, ma quali sono stati i casi più sconvolgenti dei “furbetti” del Reddito di Cittadinanza? 

reddito cittadinanza

Nell’ultimo periodo abbiamo sentito parlare molto dei “furbetti” del Reddito di Cittadinanza, soggetti che hanno frodato lo Stato acquisendo illegalmente il sussidio. Quali tra queste sono state le frodi più cospicue? Quali sono stati i casi più eclatanti? Tra i casi più eclatanti ricordiamo:

Collepasso (LE)- un soggetto dichiara di avere sei minori nel nucleo familiare, in realtà erano sei ragazzini stranieri non residenti in quel comune e tanto meno avevano legami di parentela con il soggetto in questione.

Nova Siri (MT)- Soggetto asiatico dichiara la residenza della moglie e della figlia in Italia per acquisire il Reddito in realtà abitavano nel paese d’origine.


Leggi anche: Reddito di cittadinanza: novità per famiglie e stranieri

Uno dei casi più curiosi è quello avvenuto a Napoli: un uomo dichiara di essere presente in due distinti nuclei familiari e acquisisce per entrambi il sussidio statale

Altro caso sconvolgente è quello della donna a Santeramo in Colle (BA), segnalata dall’Autorità di riferimento perché ha omesso nella domanda per l’acquisizione del Reddito di Cittadinanza il veicolo e il coniuge. I Carabinieri dopo diversi accertamenti hanno scoperto che la donna risiedeva nella stessa casa del marito, ma l’abitazione aveva due distinti ingressi.

In provincia di Caserta 8 soggetti facenti parte lo stesso nucleo familiare hanno falsamente dichiarato di appartenere a 3 distinte famiglie e di risiedere in altrettante unità abitative, anche se abitavano nello stesso stabile.

Ancora, in provincia di Avellino un 70enne convivente con un funzionario comunale possedeva una Ferrari, diversi immobili e altrettanti terreni di proprietà. Nella medesima provincia un 50enne, beneficiario del il Reddito di Cittadinanza, faceva parte del clan camorristico “Cavalese”, operante in zona.

Isernia- una donna, titolare di una società di autonoleggio e proprietaria di 27 autoveicoli e con false attestazioni relative alla residenza, aveva ottenuto indebitamente il sussidio statale.

Caserta- soggetto facente parte un nucleo familiare i cui componenti erano titolari di due imprese, con reddito annuo di circa 150.000 euro complessivi, percepiva il Reddito di Cittadinanza. 


Potrebbe interessarti: Reddito di Cittadinanza: quando viene sequestrato il conto?

22enne, figlio di un dipendente comunale, cambia residenza con lo scopo di creare un nucleo familiare a sé stante, pur rimanendo a vivere con la famiglia, per beneficiare del Reddito di Cittadinanza.

Campobasso- diciannovenne presenta la domanda di ammissione al beneficio del Reddito di Cittadinanza pur possedendo  tre immobili, ovviamente non dichiarati.