Reddito di Cittadinanza: i dati dell’INPS

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
27/10/2021

Sono stati forniti i dati dell’INPS riguardo all’erogazione del Reddito di Cittadinanza, per il periodo Gennaio-Settembre 2021. In questo orizzonte temporale, le famiglie che ne hanno beneficiato sono state 1,52 milioni, a conferma dell’importanza sociale del Reddito.

reddito-1200-1

Nel periodo Gennaio-Settembre 2021 i nuclei familiari che hanno beneficiato del Reddito di Cittadinanza sono stati 1,52 milioni che, aggiunti ai 160 mila precettori della pensione di Cittadinanza, permettono di raggiungere quasi le 3,8 milioni di persone coinvolte nella misura.

Per quanto riguarda esclusivamente il mese di Settembre, le famiglie beneficiarie sono state 1,34 milioni,  numero molto elevato. Per quanto riguarda i valori medi erogati, questi sono 547 euro mensili considerando il periodo Gennaio-Settembre.

Reddito di Cittadinanza: i dati aggiornati a Settembre 2021

reddito cittadinanza

Nonostante le numerose critiche e i dibattiti politici che si stanno palesando, il Reddito di Cittadinanza si conferma essere una delle misure più utilizzate e più importanti a livello sociale in Italia. Gli importi medi mostrano che il valore minimo, somministrato a nuclei da un solo componente, è di 445 euro, mentre il massimo erogato è di 701 euro, per le famiglie con 4 componenti.

A livello di distribuzione territoriale, si nota come la maggior parte dei precettori sia collocata al Sud e nelle Isole, con circa 1,97 milioni di beneficiari. Segue poi il Centro con 417 mila e il Nord con 578 mila. Questi dati evidenziano la differenza sostanziale che vi è tra Nord e Sud in termini di condizioni economiche.

Ecco anche i dati del Reddito di Emergenza

reddito-di-cittadinanza

Nella Primavera del 2021 è stato creato con decreto, il Reddito di Emergenza che consiste nell’erogazione di ulteriori tre mensilità per i mesi di Marzo, Aprile e Maggio 2021. I nuclei che hanno usufruito di almeno una mensilità sono stati circa 594 mila, con importi medi mensili di 545 euro.

Sul totale di 1,3 milioni di persone coinvolte, più della metà sono cittadini italiani, mentre 447 mila sono extra-comunitari. I cittadini comunitari sono 82 mila.