Reddito di Cittadinanza: partiti in guerra per il finanziamento

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
19/10/2021

Si accende sempre più lo scontro sulle sorti del Reddito di Cittadinanza, in quanto il governo sta pensando di apportare delle modifiche che faranno risparmiare circa un miliardo di euro, secondo stime non ufficiali. Scopriamo tutte le novità.

mario-draghi-1

La sfida più grande del governo è quella di mettere a disposizione risorse per le categorie di lavoratori più a disagio nel 2021, andandole a scovare da programmi su cui c’è molto dibattito politico. Uno di questi è il Reddito di Cittadinanza, sul quale sono a vaglio numerose modifiche che porteranno a un surplus di circa un miliardo di euro.

Salvini e la Lega, insieme a Italia Viva e Forza Italia, spingono per eliminare il Reddito, mentre il PD richiede delle modifiche oculate che però non vadano a snaturare il principio assistenziale.

Reddito di Cittadinanza: lo scontro politico in corso

reddito cittadinanza

L’origine dell’inasprimento delle fazione sul Reddito di Cittadinanza, riguarda le somme destinate ad un suo potenziale restyling. Si parla di circa 3-4 miliardi di euro, che il Mef sta pensando di destinare alla riforma degli ammortizzatori sociali.

Le somme secondo il Ministro del Lavoro Orlando non sono sufficienti in quanto la richiesta originaria era del doppio, circa 7-8 miliardi di euro. Lega, Italia Viva e Forza Italia non sono convinti riguardo a destinare tali somme sugli ammortizzatori sociali, e preferirebbero fare all-in sulla riforma fiscale.


Leggi anche: Reddito di cittadinanza: novità per famiglie e stranieri

Quali riforme necessitano di risorse?

Orlando_1200
Trovare il bandolo della matassa sembra assai complicato, ma cerchiamo di capire perché è necessario allocare al meglio le risorse. Le riforme che necessitano di risorse sono la riforma fiscale e quella degli ammortizzatori sociali. Starà al governo effettuare le valutazioni migliori, anche in tema di Legge di Bilancio.

Tra lunedì e martedì infatti la manovra del governo dovrà superare l’ostacolo Bruxelles, ma il rischio politico tra le fazioni facenti parte della maggioranza è molto elevato. Bisognerà attendere futuri sviluppi per poter essere in grado di tracciare una sorte al Reddito di Cittadinanza.