Reddito di Cittadinanza maggio 2023: pagamenti da oggi

Reddito di Cittadinanza maggio 2023 al via. Dalla giornata di oggi lunedì 15 partono gli accrediti del sussidio relativo al mese in corso, riconosciuto a chi ha presentato una nuova richiesta o l’ha rinnovata a marzo dopo la scadenza delle prime 18 mensilità. 

money-3481757_1920

Prenderanno il via oggi lunedì 15 i pagamenti del Reddito di Cittadinanza relativi al mese di maggio 2023.

A ricevere le somme saranno i beneficiari del sussidio che hanno presentato una nuova richiesta o l’hanno rinnovata a marzo dopo la scadenza delle prime 18 mensilità.

RdC maggio 2023: al via i pagamenti

money-3

Da oggi lunedì 15 prenderanno il via gli accrediti del Reddito di Cittadinanza di maggio 2023 nei confronti dei beneficiari che hanno presentato una nuova richiesta o l’hanno rinnovata a marzo dopo la scadenza delle prime 18 mensilità.

Chi lo riceve a fine mese

I seguenti soggetti, invece, dovranno attendere la fine del mese, precisamente sabato 27:

  • i beneficiari del sussidio da almeno un mese;
  • coloro che hanno fatto domanda per la prima volta a marzo 2023, hanno ricevuto il primo pagamento del sussidio dopo il 15 aprile e ora ricevono la seconda mensilità delle prime 18;
  • coloro che hanno chiesto il rinnovo per le ulteriori 18 mensilità a marzo 2023, mese di sospensione, e che hanno ricevuto il primo pagamento della seconda tranche del sussidio dopo il 15 aprile;
  • coloro che hanno terminato le 36 mensilità del Reddito di Cittadinanza a febbraio 2023, hanno fatto nuovamente domanda per ottenere il sussidio a marzo e a metà aprile hanno ricevuto la prima mensilità del terzo periodo di fruizione.

Chi non lo riceve per niente

Di seguito, invece, la lista di chi non riceverà per niente il pagamento del Reddito di Cittadinanza di questo mese:

  • coloro che hanno fatto richiesta per la prima volta all’INPS per ottenere il riconoscimento del sussidio nel mese corrente;
  • coloro che hanno fatto richiesta all’INPS per ottenere il riconoscimento del rinnovo al termine delle prime 18 mensilità nel mese di aprile, al fine di ottenere le successive 18;
  • coloro che hanno fatto richiesta all’INPS nel mese corrente per ottenere nuovamente il riconoscimento del beneficio al termine delle prime 36 mensilità.

Lascia un commento