Reddito di Cittadinanza: maxi truffa da record

Camilla
  • Dott. in Scienze della Comunicazione
17/11/2021

Catania- cinquantanovenne truffa lo Stato: incassava dodici redditi di cittadinanza, grazie a dodici prestanome. Come hanno fatto le autorità a scoprirlo? Cosa avrà deciso il Giudice per lui? Scopriamo la vicenda nello specifico

Reddito di cittadinanza (1)

Carabinieri hanno trovato la carta, dove veniva versato il sussidio statale, nella casa del cinquantanovenne insieme ad un block notes in cui erano scritti tutti i nomi e le generalità di altri soggetti, i prestanomi.

Maxi truffa: percepiva 12 sussidi

Soldi

L’uomo era riuscito a percepire ben dodici Redditi di Cittadinanza, l’uomo è stato arrestato dal Comando Provinciale di Catania per indebito utilizzo di carte di credito e pagamento. I militari hanno concentrato la loro attenzione sulla bizzarra attività dell’uomo, che appariva già accusato di truffa. 

I carabinieri si sono recati nell’abitazione del soggetto, Catania, con lo scopo di svolgere una perquisizione, da questa è uscito fuori che l’uomo possedeva ben dodici carte di pagamento elettroniche rilasciate dalle Poste Italiane, per la fruizione del denaro concesso con il sussidio statale ( Reddito di Cittadinanza). 

Insieme alle carte, munite dei loro pin, militari hanno trovato anche un’agenda all’interno della quale erano appuntati tutti i nomi dei prestanome e pseudonimi. Chiaramente l’uomo non è stato capace di dare una risposta sensata alle domande dei militari, riguardo al possesso del materiale in questione. Il giudice ha dichiarato il soggetto colpevole di truffa ai danni dello Stato, e ha predisposto gli arresti domiciliari.