Reddito di Cittadinanza: nuova petizione contro i tagli

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
21/04/2022

Continuano le proteste verso i tagli riguardanti il reddito di Cittadinanza, in particolare per la categoria dei portatori di handicap. La petizione è stata presentata dall’apposita federazione direttamente al governo, affinché vengano rivisti i tagli di categoria.

reddito-di-cittadinanza

Ben tre partiti componenti la maggioranza, ossia Lega, Italia Viva e Movimento 5 Stelle, appoggiano la petizione della Federazione portatori di handicap riguardo il Reddito di Cittadinanza per i soggetti rientranti nella categoria. La petizione si basa sull’aumento della pensione di invalidità, che dovrebbe far scattare in automatico anche un aumento del Reddito.

Approfondiamo insieme la questione, cercando di fare chiarezza sull’operato dell’INPS.

Reddito di Cittadinanza invalidi: cosa sta succedendo?

Handicap

I portatori di handicap, definiti dall’ordinamento anche invalidi civili, si stanno attivando per far sentire la propria voce riguardo i tagli elargiti dall’INPS in materia di Reddito di Cittadinanza. Ma facciamo chiarezza sugli eventi accaduti: il governo ha di recente voluto l’aumento delle pensioni d’invalidità per la categoria degli invalidi, dovuti soprattutto al ricalcolo annuale che tiene conto dell’aumento dei prezzi.

Di tutta risposta, l’INPS ha deciso di tagliare il Reddito di Cittadinanza a coloro che hanno avuto l’aumento della pensione, scatenando l’ira della Federazione invalidi civili. Come viene riportato infatti: “È avvenuto che molte famiglie in difficoltà abbiano perso o abbiano visto drasticamente ridotto il reddito di cittadinanza, con ricalcoli al ribasso e molte persone con disabilità questo mese si sono viste accreditare sulla carta solo 40 euro”

Reddito di Cittadinanza invalidi: cosa sta facendo la maggioranza?

Reddito di cittadinanza

I partiti principali componenti la maggioranza si stanno attivando per tentare di risolvere la questione, in quanto viene reputato inaccettabile che una opzione di welfare vada ad essere decurtata proprio per coloro che ne hanno più necessità. Degli esponenti di Lega, M5S e IvI stanno presentando degli emendamenti con il fine di risolvere la questione, ma questi sono stati respinti.

Si richiede al governo una presa di posizione forte, in quanto la situazione inizia ad essere pesante con molti nuclei familiari che faticano sempre più ad arrivare a fine mese.