Reddito di Cittadinanza, patrimonio immobiliare: requisiti e parametri

Ilaria Bucataio
  • Esperta in bonus fiscali e detrazioni
28/08/2022

Il reddito di cittadinanza è uno dei benefici statali più importanti. Nonostante sia stato più volte al centro di dispute e polemiche, è una delle misure pensate contro la povertà e che mira a garantire anche il re-inserimento dei beneficiari nel mercato del lavoro. Ma quali sono i parametri giusti per richiederlo e ottenerlo? Vediamo cosa viene indicato a proposito del patrimonio immobiliare. 

pexels-pixabay-50987 (1)

Ormai abbiamo sentito a lungo parlare del reddito di cittadinanza, una delle misure più discusse e criticate da quanto è stato approvato dallo stato italiano. Nonostante i dibattiti e le polemiche, il reddito di cittadinanza al momento rappresenta una delle misure principali a livello statale per contrastare la povertà e favorire il re-inserimento nel mondo del lavoro da parte coloro che si trovano in difficoltà.

Quali sono però i requisiti per accedere al reddito di cittadinanza? Prima di tutto va specificato che può essere richiesto solo da un nucleo familiare. Non solo, ci sono anche delle condizioni da rispettare, requisiti indispensabili per vedere accettata la domanda: l’ISEE del nucleo familiare deve essere inferiore a 9.360 euro annui, è necessario possedere la cittadinanza italiana o di uno stato UE o extra UE (con permesso di soggiorno di lungo periodo) e un patrimonio immobiliare sotto i 30mila euro. 

Ma a cosa si fa riferimento quando si parla di patrimonio immobiliare? Vediamo insieme cosa viene specificato.

Reddito di Cittadinanza: il nodo del patrimonio immobiliare

La normativa è chiara ed esplicita quando parla di patrimonio immobiliare: con questa formula, infatti, si intende tutto ciò che è di proprietà dei membri del nucleo familiare che è stato indicato (case, terreni, proprietà agricole). Non fa riferimento solo alla casa di residenza o all’abitazione effettiva, ma anche a tutte quelle proprietà che ad esempio sono state date in affitto e che quindi forniscono un’entrata al nucleo familiare.

Nella soglia del patrimonio immobiliare (che deve essere sotto i 30mila euro per poter ricevere il reddito di cittadinanza) è esclusa la prima casa, che non va considerata nel computo totale delle proprietà di immobili. 

Il parametro relativo al patrimonio immobiliare è comunque molto importante, va dichiarato in sede di presentazione della domanda ed è sottoposto ad accertamenti da parte delle autorità competenti. Nel caso di necessità di aiuto e supporto per riuscire ad elencare le varie proprietà, i cittadini possono rivolgersi a CAF, Patronati e tecnici competenti, in modo da non infrangere la legge.