Reddito di Cittadinanza: perché non va tolto?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
26/12/2022

Via alle nuove regole sul Reddito di Cittadinanza, che stanno già facendo molto discutere in quanto si teme che vi sia un improvviso aumento dei poveri e di conseguenza una diminuzione del benessere per gli italiani. Per questo motivo viene richiesto un rafforzamento delle politiche attive del lavoro. Approfondiamo insieme la questione nel seguente articolo.

reddito-di-cittadinanza

Lo stop al Reddito di Cittadinanza potrebbe causare l’aumento dei poveri per circa un milione, numero enorme che causerebbe grandi problemi all’economia italiana. La stima è stata fatta da Banca d’Italia, andando ad incrociare i dati del 2020: grazie all’Rdc sono state circa un milione le persone salvate dallo stato di povertà.

Ripercorriamo insieme l’utilità del Reddito di Cittadinanza, e per quale motivo è necessario un intervento ben pensato ed adeguato.

Legge di Bilancio: ecco le novità

reddito di cittadinanza

Vediamo in primis quali sono le novità previste in Legge di Bilancio per quanto riguarda il Reddito di Cittadinanza. Alcune modifiche sono fortemente strutturali e potrebbero andare a modificare l’essenza della misura per i prossimi anni. Ecco quali sono le novità volute dal nuovo governo:

  • Obblighi di lavoro più incombenti: il sussidio decade automaticamente dopo il rifiuto della prima offerta di lavoro;
  • Le autorità straniere comunicano i dati per verificare eventuali patrimoni posseduti dai percettori in paesi esteri.
  • Sono amplificate le agevolazioni per i datori di lavoro che scelgono di assumere un soggetto percettore del reddito.

Reddito di Cittadinanza: perché va tenuto?

reddito-di-cittadinanza

Il reddito di cittadinanza si è rivelato essere estremamente utile per conseguire il miglioramento del welfare e i dati, provenienti dall’Inps e rielaborati proprio da Banca d’Italia, parlano chiaro a riguardo. Questa misura è stata essenziale per superare la dura crisi economica derivante dalla pandemia, mettendo al riparo milioni di persone che improvvisamente non avevano più un lavoro.

La sua utilità è stata ribadita negli ultimi mesi, quando l’inflazione e l’aumento dei prezzi dei carburanti hanno messo in ginocchio famiglie ed imprese. Si tratta di una misura fondamentale per reggere il potere d’acquisto dei cittadini.