Reddito di Cittadinanza, scadenza agosto 2023: stop, esclusi e novità

Ad agosto 2023 ci sarà una parte della platea dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza che verrà esclusa dalla possibilità di ricevere il contributo. Di chi stiamo parlando? Come tutti sanno nel 2024 il sussidio sarà definitivamente sospeso, ma per qualcuno lo stop arriverà in anticipo: vediamo insieme come mai. 

Reddito di Cittadinanza, scadenza agosto 2023: stop, esclusi e novità

Come stabilito dal Governo Meloni, la possibilità di accedere al Reddito di Cittadinanza terminerà definitivamente a partire da gennaio 2024, quando verrà introdotta una nuova forma di sussidio, che andrà a sostituire la precedente e vedrà una maggiore propensione al reinserimento lavorativo dei soggetti che sono abili.

Ci sono alcune categorie di beneficiari del Reddito di Cittadinanza che, però, dovranno dire addio al sussidio già a partire da agosto 2023, così come previsto dall’ultima circolare pubblicata in merito dall‘INPS. Vediamo insieme quello che sta succedendo.

Rdc agosto 2023: per chi scade?

Reddito di Cittadinanza, scadenza agosto 2023: stop, esclusi e novità

Considerando la prima scadenza utile, ovvero quella di agosto 2023, l’INPS ha precisato quali sono le categorie che non riceveranno più il Reddito di Cittadinanza. In particolare, stiamo parlando delle famiglie che non hanno minori a carico, componenti disabili o che sono over 60.

Facendo riferimento alla durata massima del Rdc per queste categorie, è proprio nel mese di agosto che si interrompe. Ecco perché, a partire dal prossimo mese, non verrà più versato il contributo.

Rdc: i nuovi esclusi

Reddito di Cittadinanza, scadenza agosto 2023: stop, esclusi e novità

Va comunque ricordato, come anticipato, che nel 2024 tutti i beneficiari del Rdc dovranno dire addio definitivamente al sussidio erogato dall‘INPS. Non solo, ci sono nuovi criteri di assegnazione del contributo e questo significa che ci saranno nuovi esclusi. Ad esempio, non potranno più accedervi coloro che hanno tra i 18 e i 29 anni e che non hanno concluso il percorso della scuola dell’obbligo.

Rdc: l’obbligo di accettare il nuovo lavoro

Come stabilito dal governo, il ricevimento del sussidio sarà strettamente legato al tempo che sarà necessario a trovare un nuovo lavoro. Ecco perché, nel caso in cui un beneficiario rinunci alla prima offerta di lavoro ricevuta, automaticamente decadrà dalla possibilità di ricevere il contributo.

Rdc: le novità introdotte dal governo

Reddito di Cittadinanza, scadenza agosto 2023: stop, esclusi e novità

In attesa della definitiva sospensione, si è ridotto il tempo massimo in cui viene erogato il Reddito di Cittadinanza, passando dai 18 mesi che erano inizialmente previsti e arrivando agli attuali 7 mesi. L’unica eccezione rimane quella delle famiglie che hanno disabili a carico, figli minori o componenti over 60.

Lascia un commento