Reddito di cittadinanza: super trafficante truffa lo Stato

17/09/2021

Varese, sequestrati venti chili di cocaina, arrestati sei criminali, tra corrieri e spacciatori. Tra questi un uomo, il presunto referente italiano dell’organizzazione internazionale, percepiva il reddito di cittadinanza indebitamente.

In questi giorni a Varese la Guardia di Finanza ha condotto un blitz, il quale ha potato all’arresto di diversi soggetti, facenti capo ad un’organizzazione di narcotrafficanti internazionale. Sei soggetti arrestati, tra spacciatori e corrieri, e migliaia di euro confiscati.

L’operazione ha avuto inizio con l’arresto di un uomo messicano, proveniente da Cancun e bloccato all’aeroporto di Malpensa (Varese) con 9,2kg di cocaina in valigia. L’arresto ha dato il via a tutta l’operazione, che grazie alle misure cautelari emesse dal gip di Busto Arsizio, ha portato alla reclusione di altre sei persone tra spacciatori e corrieri, facenti capo ad un’organizzazione internazionale.

Le fiamme gialle sono riuscite a ricostruire contatti, relazioni e traffico, risalendo a tutta l’organizzazione criminale, che gestiva diverse piazze lombarde e toscane. Nel blitz sono stati requisiti altri 10 kg di cocaina da due corrieri “ovulatori” , oltre alle 200 dosi confiscate nelle perquisizioni domiciliari (nascoste tra un libro e uno pneumatico). Uno tra gli arrestati, presunto mittente delle consegne di droga, è stato sequestrato preventivamente dal gip di Busto Arsizio (Varese) con lo scopo di confiscargli i conti correnti.

Criminale arrestato: percepiva il reddito di cittadinanza

Il traffico avrebbe fruttato la bellezza di tre milioni di euro. Tra gli indagati un uomo, il presunto referente italiano dell’organizzazione, si è scoperto che  percepiva il reddito di cittadinanza indebitamente.

Camilla
  • Laureata in Scienze della Comunicazione Pubblica e Digitale
  • Laureata in Scienze Politiche Relazioni Internazionali
  • Esperta di Politica, Economia, Marketing e Social Media
Suggerisci una modifica