Reddito di emergenza: pagamenti Maggio, nuove domande e scadenze

16/06/2021

L’INPS si prepara a versare, a partire dal 15 Giugno, i pagamenti riguardanti il reddito di emergenza, per le richieste di Maggio. Partiranno invece dal 1° Luglio, le domande per i mesi di Giugno, Luglio, Agosto e Settembre. Tali domande potranno essere presentate al massimo fino al 31 Luglio.

office-with-documents-and-money-accounts (3)-min

Per coloro che hanno fatto richiesta entro il 3i Maggio 2021, il 15 Giugno è la data in cui l’INPS inizierà a versare le somme richieste come reddito di emergenza.

La campagna per le nuove domande per il reddito di emergenza avrà inizio invece a partire dal 1° Luglio 2021, per quanto riguarda le mensilità di Giugno, Luglio, Agosto e Settembre. Vediamo come fare domanda per queste mensilità.

Reddito di emergenza: pagamenti di Maggio

Per coloro che percepivano in precedenza Naspi e Discoll, iniziano il 15 Giugno i pagamenti delle mensilità di Maggio. Per i richiedenti entro il 30 Aprile si tratterà della seconda delle tre tranche previste dalla normativa, mentre per chi ha fatto richiesta entro il 31 Maggio si tratterà della prima tranche.


Leggi anche: Fisco: scadenze dei pagamenti maggio 2021

bookkeeping-615384_1920

Reddito di emergenza: scadenze per le nuove domande

L’Istituto nazionale di previdenza sociale, aprirà il portale per le domande delle nuove 4 mensilità di sostegno previste dal nuovo Decreto sostegni. Tale apertura avverrà dal 1° Luglio 2021, con scadenza il 31 Luglio.

Dal mese di Giugno, fino a Settembre, alle famiglie richiedenti e rientranti nella normativa, sarà corrisposto un importo che va da un minimo di 400 euro, ad un massimo di 840 euro. Le domande potranno essere effettuate tramite il sito dell’Inps (con autentificazione tramite SPID, Carta nazionale dei servizi o Carta d’identità elettronica), oppure tramite gli Istituti di patronato.

Reddito di emergenza: come fare le nuove domande

Le famiglie che per la prima volta fanno domanda, dovranno presentarla tramite il modulo predisposto dall’Inps, mentre per chi ne ha già usufruito, nulla deve essere presentato.

Al momento della richiesta per il reddito di emergenza, è necessario essere forniti della DSU ai fini Isee. Nel caso di presenza di minori nel nucleo familiare, può essere presentato l’Isee minorenni, ma non è valido l’Isee per il nucleo ristretto.

Mattia Anastasi
  • Laureato in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
  • Laureando in Finanza e Metodi Quantitativi per l'Economia curriculum in Assicurazioni
  • Esperto in: Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica