Regime forfettario: vantaggi e svantaggi per chi ha Partita IVA

Il regime forfettario, pur offrendo dei vantaggi, presenta anche dei svantaggi. Chiunque abbia una partita IVA dovrebbe valutare attentamente se operare o meno sotto questo regime fiscale. Vediamo insieme quali sono i principali pro e contro.

money-1005479_1920

Il regime forfettario ha i suoi vantaggi, ma anche dei limiti da considerare. Chi ha una partita IVA dovrebbe valutare attentamente la convenienza di operare in questo regime fiscale, in base alla propria situazione personale e professionale.

Regime forfettario: pro e contro per partita IVA

money-1005476_1920

Tra gli svantaggi del regime forfettario, vi è l’impossibilità di detrarre e dedurre gli oneri personali come ad esempio le detrazioni per coniuge e figli a carico, le spese sanitarie, gli interessi del mutuo e i premi pagati ai fondi pensione.

Tuttavia, esistono casi in cui, nonostante si abbia una partita IVA in regime forfettario, è possibile beneficiare di queste detrazioni e deduzioni fiscali. In ogni caso, il regime forfettario prevede un’imposta sostitutiva del 15% (o del 5% per i primi 5 anni se si soddisfano determinati requisiti) calcolata sul reddito forfettizzato, cioè su una base imponibile calcolata in modo approssimativo in base al tipo di attività svolta.

Il regime forfettario non consente di dedurre nessun costo inerente all’attività, ad eccezione dei contributi previdenziali e assistenziali obbligatori. Ciò significa che non è possibile detrarre i costi relativi all’acquisto di macchinari, alle utenze o agli stipendi.

Sgravi fiscali personali e familiari

money-1033647_1920

Le detrazioni e le deduzioni per oneri personali riguardano l’IRPEF, l’imposta sui redditi delle persone fisiche, che il regime forfettario non paga. Questo significa che non è possibile usufruire di detrazioni per le spese personali/familiari sulla base dell’imposta sostitutiva del regime forfettario.

Tuttavia, se chi ha una partita IVA in regime forfettario ha anche altri redditi soggetti a IRPEF, può beneficiare degli sgravi fiscali personali/familiari su quei redditi. Ad esempio, se ha un lavoro dipendente oltre all’attività di partita IVA, può usufruire delle detrazioni per coniuge e figli a carico, della detrazione del 19% per l’università dei figli, ecc.

Lascia un commento