Revisione auto 2021: da novembre aumento del 22%

12/09/2021

Dall’inizio del mese di novembre entrerà in vigore l’aumento del 22% delle tariffe per la revisione dei veicoli a motore e dei rimorchi, sia per coloro che si rivolgeranno alla Motorizzazione sia per coloro che si rivolgeranno ad un Centro revisioni autorizzato. Vediamo insieme a quanto ammonta l’incremento.

Car Service Garage Cartoon Composition PosterBrutte notizie per coloro che dovranno fare la revisione alla propria vettura prossimamente.

Infatti, dal 1° novembre 2021 il costo della revisione passerà dagli attuali 45 euro a 54,95 euro, per un aumento di 9,95 euro, una percentuale pari al 22%. L’incremento era previsto dalla Legge di Bilancio 2021 ed è dovuto all’adeguamento alle tabelle ISTAT.

Revisione auto: aumento delle tariffe

Highway, road viewed inside automobile. Vector illustrationI prezzi per la revisione dei i veicoli a motore e dei rimorchi saranno soggetti ad aumento dal 1° novembre 2021, in seguito all’emanazione del decreto attuativo da parte del Ministro per le Infrastrutture e la Mobilità Sostenibile, di concerto con il Ministro Economia e Finanze.


Leggi anche: Bollo auto 2021 non pagato: cosa succede, rischi e sanzioni

L’incremento è dovuto ad un adeguamento delle tariffe, rimaste ferme da 13 anni, e prevede un aumento del 22% del prezzo per la revisione in Motorizzazione, che passa da 45 euro a 54,95 euro.

Lo stesso incremento viene applicato al prezzo di revisione presso un Centro revisione autorizzato, il cui importo si alza a 78,96 euro, in quanto comprende l’aumento del 22% dei 45 euro iniziali, l’IVA al 22%, 10,20 euro come diritti di Motorizzazione e 1,78 euro per il bollettino postale.

Bonus veicoli sicuri: di cosa si tratta

Happy family couple and two kids riding in carIl Governo ha deciso di compensare l’incremento delle tariffe di revisione dei veicoli attraverso l’introduzione del cosiddetto bonus veicoli sicuri, secondo cui è lo Stato a farsi carico direttamente degli oneri per coloro che hanno acquistato una nuova automobile. Il fondo previsto dallo Stato è di appena 4 milioni di euro, di conseguenza saranno in pochi a poterne beneficiare.

Il bonus rimane valido per i primi tre anni dell’entrata in vigore, perciò fino al 2023, ma prevede dei limiti, secondo cui vale per una sola seduta di collaudo e per un solo veicolo (qualora se ne possieda più di uno, dunque, gli altri veicoli pagheranno il costo intero con la nuova maggiorazione).