Riforma ammortizzatori sociali: cosa cambia per la NASpI

In materia di disoccupazione, l’Inps ha richiesto modifiche riguardo la NASpI per gli over 55. La riforma degli ammortizzatori sociali, infatti, includerebbe delle novità anche sulle norme per la NASpI, ossia l’indennità per la disoccupazione. 

inps-pensioni-1200×675

La futura riforma degli ammortizzatori sociali dovrebbe includere anche delle modifiche riguardo all’indennità di disoccupazione per gli over 55. L’Inps, in attesa che il piano del ministro del Lavoro Orlando prenda effettivamente piede, ha proposto dei suggerimenti su come migliorare la NASpI, per renderla elemento cardine in caso di perdita del lavoro.

Come potrebbe cambiare la NASpI allora? Rispetto a oggi ci sarebbero diverse novità, ma tutte riferite agli over 55: vediamo di cosa si tratta.

NASpI: com’è e come dovrebbe diventare

accountant-1238598_1920

Ad oggi l’indennità di disoccupazione spetta per un periodo massimo di 2 anni e per un importo pari al 75% della retribuzione percepita nello stesso periodo che dà luogo all’indennità.

Secondo il Presidente dell’Inps Pasquale Tridico, la misura indennitaria dovrebbe essere ancora più tutelante per i soggetti che perdono il lavoro, in particolare in età avanzata.

Ecco perché le novità dovrebbero riguardare la classe degli over 55: la nuova tutela che vorrebbe l’Inps sarebbe di 36 mesi e non più di 24 mesi. Un anno in più per specializzarsi o, in ogni caso, per avvicinarsi alla pensione.

La seconda proposta dell’Inps riguarda invece l’eliminazione del meccanismo che riduce del 3% l’assegno di disoccupazione a partire dal quarto mese.

Riforma NASpI: con quali risorse attuarla?

money-1005479_1920

Secondo le stime dell’Inps, il costo di queste novità dovrebbe essere circa di 1 miliardo di euro, cifra abbordabile per le casse dello Stato. Questo costo andrebbe però a gravare solo a partire dal 2025, anno in cui diventerebbe efficace la norma.

Le problematiche sulla riforma dunque, sono connesse esclusivamente alla convergenza politica in materia. Probabilmente già dalla prossima settimana, quando i primi dettagli sulla riforma degli ammortizzatori sociali verranno svelati, ne sapremo di più a riguardo.

Lascia un commento