Riforma fiscale 2021: IRAP abolita?

01/09/2021

Si torna a parlare di riforma fiscale, in particolare nel mese di settembre in cui dovrebbe essere riaperto il dossier del Fisco. Tra le novità la sospensione dell’IRAP e la diminuzione dell’Irpef: vediamo nel dettaglio tutte le novità.

AGENZIA DELLE ENTRATE

Il mese di settembre sarà cruciale per la tanto agognata riforma fiscale. Il decreto legge che doveva renderla efficace era previsto per luglio ed è stato in seguito rimandato, comportando così la riapertura delle trattative nel mese corrente.

Tra i punti cardine della riforma vi è l’abolizione dell’Irap e la diminuzione dell’Irpef, che comporteranno così una riforma eccezionale del sistema fiscale italiano.

Riforma fiscale: ecco tutte le novità

businessman-checking-documents-table-min

Il Governo, dopo la pausa estiva, inizierà subito le trattative per la riforma fiscale, le cui misure potrebbero addirittura essere introdotte all’interno della Legge di Bilancio 2022.


Leggi anche: Irap, Ires e Irpef: scadenze e pagamenti giugno 2021

L’opera di modifica più importante è sicuramente quella dell’Irpef: gli scaglioni e le aliquote potrebbero essere oggetto di cambiamenti notevoli, in particolare sul terzo scaglione del 38%.

Tra i piani di rinnovamento del sistema fiscale vi è inoltre quello della riduzione del salto d’aliquota per i redditi superiori a 28 mila euro, in quanto la tassazione per tali redditi sale di ben 11 punti percentuali.

La ratio è orientata dunque sul ridurre la tassazione, in particolare per il ceto medio, ma resta il problema della scarsità delle risorse e dei fondi a disposizione.

Riforma fiscale: si va verso la sospensione dell’Irap

Office workers organizing data storage

La proposta che trova molto appoggio politica è quella relativa all’abolizione dell’Irap, la quale potrebbe essere sostituita da un aumento dell’IRES. Il tema dell’abolizione è stato lanciato dall’ex premier Conte, il quale ha sottolineato il suo essere favorevole a tale sospensione.

Va detto che l’eventuale abolizione dell’Irap porterebbe un costo molto elevato per le casse dello Stato: circa 3 miliardi di euro che non dovranno più pagare professionisti e società di persone, mentre aumentando l’IRES crescerebbe l’esborso per le società di capitali.


Potrebbe interessarti: Pace fiscale e rottamazione 2021: nuove scadenze e proroghe

Mattia Anastasi
  • Laureato in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
  • Laureando in Finanza e Metodi Quantitativi per l'Economia curriculum in Assicurazioni
  • Esperto in: Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica