Riforma IRPEF 2022: quanto risparmiano le partite IVA?

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
07/12/2021

La riforma IRPEF 2022 porterà novità importanti per tutte le partite IVA. Con il passaggio dalle cinque alle quattro aliquote, infatti, sono stimati risparmi medi di circa 200 euro all’anno. Vediamo nel dettaglio cosa cambia per i lavoratori autonomi a partire dal prossimo anno.

accountant-calculating-profit-with-financial-analysis-graphs-min

È atteso all’esame del Senato l’emendamento alla Legge di Bilancio 2022 che formalizzerà i contenuti dell’accordo politico sull’IRPEF e sull’IRAP: la riforma porterà novità importanti in termini di imposta dovuta per tutti i titolari di partita IVA.

Le nuove fasce di aliquote, insieme alla revisione della curva delle detrazioni fiscali, comporteranno un risparmio medio stimato in 200 euro annui per ogni lavoratore autonomo.

Vediamo più da vicino cosa potrebbe cambiare con l’approvazione della riforma.

Riforma IRPEF: i risparmi per le partite IVA

calculator-385506

Con l’approvazione della riforma dell’IRPEF si prevedono risparmi notevoli per i titolari di partite IVA, che al pari degli altri contribuenti cresceranno all’aumentare del reddito.

Il Sole24Ore ha stimato i potenziali risparmi derivanti dalla revisione delle aliquote, che da cinque fasce dovrebbero passare a quattro. I guadagni, in termini di minore imposta dovuta, sarebbero i seguenti:

  • 62 euro annui per i redditi fino a 15.000 euro;
  • 142 euro annui per i redditi fino a 25.000 euro;
  • 371 euro annui per i redditi fino a 35.000 euro;
  • 810 euro annui per i redditi fino a 50.000 euro.

Superata la fascia reddituale dei 50.000 euro, il guadagno in termini di minore IRPEF dovuta scenderebbe gradualmente, fino ad assestarsi sui 270 euro annui per i contribuenti con redditi fino a 80.000 euro.

Novità anche per l’IRAP

cropped-view-professional-serious-finance-manager-holding-calculator-hands-checking-company-month-s-profits-min

Nella riforma fiscale, oltre alle novità appena analizzate in materia di IRPEF, è prevista anche l’abolizione dell’IRAP nel 2022, una misura che dovrebbe riguardare circa un milione di titolari di partita IVA, persone fisiche e ditte individuali.

All’IRAP, nello specifico, andranno un totale di 1,3 miliardi di euro dei circa 8 complessivamente stanziati dalla Legge di Bilancio 2022 per la riduzione della pressione fiscale.

Per i lavoratori autonomi, quindi, il risparmio totale derivante dalla riduzione dell’IRPEF e dal taglio dell’IRAP dovrebbe valere in media 1.360 euro annui, vantaggio a cui si affiancherà anche la semplificazione degli adempimenti dichiarativi.