Riscaldamento e caro bollette: i consigli per risparmiare

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureato in Management Internazionale
25/10/2022

Riscaldamenti: come fare per risparmiare? In vista dell’inverno 2022, che si promette economicamente problematico a causa del costo dell’energia, sarà fondamentale cercare di limitare l’impatto del riscaldamento sui consumi domestici. Vediamo qualche semplice consiglio da seguire.

Termosifoni

In vista del prossimo inverno, e considerando la situazione legata al costante aumento dei prezzi dell’energia, sarà fondamentale per le famiglie italiane adottare ogni minimo accorgimento utile per cercare di risparmiare il più possibile nella bolletta di luce e gas.

Vediamo nel seguente articolo qualche semplice consiglio che permette di ridurre l’impatto del riscaldamento sui consumi.

Riscaldamento: come risparmiare

Termosifoni

Ecco alcuni consigli da seguire per cercare di risparmiare in bolletta senza doversi privare del riscaldamento:

  • eseguire la manutenzione degli impianti. Un impianto consuma e inquina meno quando è regolato correttamente, è pulito e senza incrostazioni di calcare (per chi non effettua la manutenzione del proprio impianto è prevista una multa a partire da 500 euro);
  • monitorare la temperatura degli ambienti. Sono sufficienti 19°C per garantire un comfort necessario dentro la propria abitazione. Per ogni grado in meno si risparmia fino al 10% sui consumi di combustibile;
  • controllare le ore di accensione. Le nuove regole per l’inverno 2022 riducono di 1 ora i tempi di accensione finora consentiti (ma per i dettagli è consigliabile vedere in quale delle 6 zone climatiche d’Italia si vive);
  • installare pannelli riflettenti tra muro e termosifone (talvolta un semplice foglio di carta stagnola contribuisce a ridurre le dispersioni di calore verso l’esterno);
  • schermare le finestre durante la notte (persiane, tapparelle e tende pesanti riducono le dispersioni di calore verso l’esterno);
  • evitare ostacoli davanti ai termosifoni. Posizionare tende o mobili davanti ai termosifoni ostacola la diffusione del calore verso l’ambiente ed è fonte di sprechi;
  • non lasciare le finestre aperte troppo a lungo. Per rinnovare l’aria in una stanza bastano pochi minuti, mentre lasciare le finestre aperte troppo a lungo comporta inutili dispersioni di calore;
  • fare un check-up alla casa, affidandosi ad un tecnico qualificato in grado di valutare l’efficienza dell’impianto di riscaldamento e lo stato dell’isolamento termico di pareti e finestre è un buon modo per abbattere i consumi;
  • installare valvole termostatiche, obbligatorie per legge nei condomini,  che permettono di ridurre i consumi fino al 20%;
  • scegliere soluzioni di ultima generazione, sostituendo il vecchio impianto con uno a condensazione o a pompa di calore ad alta efficienza e adottando cronotermostati, sensori di presenza e regolatori elettronici a distanza.