Rivalutazione quote societarie: le novità per il 2022

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
23/02/2022

Il legislatore ha riaperto i termini per la rivalutazione delle partecipazioni, rivedendo in particolare l’aliquota dell’imposta sostitutiva dall’11% al 14%. Approfondiamo insieme la questione, cercando di capire cosa cambierà per i contribuenti interessati.

Lavoro

Quando si parla di rivalutazione delle quote societarie, o delle partecipazioni, di cosa stiamo parlando esattamente? Si tratta di una particolare possibilità offerta ai detentori di quote societarie, che hanno intenzione di cederle nel 2022. Il sistema è valido per il 2022, non solo per quote societarie, ma anche per dei terreni di società non quotate.

La novità per il 2022 è la nuova aliquota d’imposta: per il 2021 questa era fissata all’11%, mentre per l’anno in corso verrà attestata al 14%.

Rivalutazione quote e terreni societari: di cosa si tratta?

Lavoro

Approfondiamo il tema della rivalutazione di quote e terreni societari per il 2022. Tale meccanismo è previsto dal legislatore ormai da molto tempo, ma continua ad essere prorogato di anno in anno. Vediamo però in cosa consiste nel dettaglio.

La rivalutazione consiste nella possibilità di assumere invece del costo o valore di acquisto, il valore delle quote e delle azioni mediante l’assolvimento di un’imposta sostitutiva calcolata sul “valore di perizia” previsto per:

  • Partecipazioni societarie in società non quotate;
  • Terreni agricoli o edificabili.

Il contribuente deve però aver effettuato una perizio di stima sulle quote o sui terreni, entro il 15 Giugno 2022.

Rivalutazione quote e terreni societarie: quali partecipazioni rientrano nel meccanismo?

Soldi

Vediamo ora quali sono le partecipazioni che rientrano nel meccanismo di stima delle quote societarie o dei terreni. Sono considerate rivalutabili le seguenti partecipazioni:

  • Le partecipazioni rappresentate da titoli (azioni);
  • Le quote di partecipazione al capitale o al patrimonio di società non rappresentate da titoli (quote di Srl o di società di persone);
  • Infine, i diritti o i titoli attraverso cui possono essere acquisite le predette partecipazioni (es. diritti di opzione, warrant, obbligazioni convertibili, etc).

La questione imprescindibile è che non si deve mai trattare di partecipazioni societarie quotate, solo di società non quotate.