Rottamazione cartelle 2023 proroga: come fare domanda

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha annunciato la proroga del termine per presentare la richiesta di rottamazione delle cartelle. Vediamo insieme come cambiano le modalità di presentazione della domanda.

office-with-documents-and-money-accounts (2)-min

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha deciso di prorogare il termine per presentare la richiesta di rottamazione delle cartelle. Questa è un’ottima notizia per i contribuenti che avranno ora due mesi in più per presentare la domanda all’Agenzia delle entrate-riscossione, ADER.

Vediamo insieme tutti i dettagli sulla proroga e sulle modalità di presentazione della domanda.

Come funziona la rottamazione delle cartelle

office-with-documents-and-money-accounts (3)-min

La definizione agevolata riguarda i carichi affidati per il recupero all’Agente delle riscossione, ora ADER, tra il 1° gennaio del 2000 e il 30 giugno 2022. Inoltre, ora le cartelle notificate dopo il 30 aprile possono essere rottamate.

Pagamento in unica soluzione o a rate

Il totale dovuto ai fini della sanatoria può essere versato in un’unica soluzione entro il 31 ottobre o in un massimo di 18 rate (5 anni). Le prime due rate devono essere pagate entro il 31 ottobre e il 30 novembre 2023, mentre le restanti 16 rate, ripartite nei successivi 4 anni, andranno saldate il 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre di ciascun anno a decorrere dal 2024. La prima e la seconda rata saranno pari al 10% delle somme complessivamente dovute, mentre le restanti rate avranno importo pari. Questa flessibilità permette ai contribuenti di gestire i pagamenti in modo più agevole.

Le novità della proroga

La proroga del termine per la rottamazione delle cartelle è un’ottima notizia per i contribuenti che hanno la possibilità di sanare le proprie posizioni debitorie. Ora è possibile rottamare anche le cartelle notificate dopo il 30 aprile. Questo significa che tutti i contribuenti che hanno ricevuto una cartella di pagamento in questo periodo potranno usufruire della rottamazione. Inoltre, la proroga non cambia le modalità di presentazione della domanda.

Come fare domanda

Per quanto riguarda la presentazione della domanda, non ci sono cambiamenti rispetto alle precedenti modalità. La domanda di sanatoria può essere presentata tramite l’area riservata del portale ADER, indicando le cartelle/avvisi per i quali si intende beneficiare delle misure introdotte dalla Definizione agevolata, oppure in area pubblica, compilando un apposito modulo e allegando la documentazione di riconoscimento.

La ricevuta della domanda di adesione verrà inviata all’indirizzo email specificato. La funzionalità presente nell’area riservata consente di selezionare con un semplice click le cartelle, gli avvisi o i carichi da inserire nella domanda, senza la necessità di indicare i dati identificativi degli atti.

Lascia un commento