Rottamazione: come richiedere i bollettini online?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
12/11/2021

Si parte con il nuovo sistema posto in essere dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione per ottenere i pagamenti inerenti alle cartelle esattoriali. Il nuovo sistema prevede l’erogazione di bollettini online, sul portale dell’Agenzia: scopriamo come funziona e come fare. 

agenzia-delle-entrate

La transizione digitale ha portato anche l’Agenzia delle Entrate a rivedere i suoi piani riguardo alle modalità di pagamento dei bollettini. Questi infatti potranno essere scaricati online, secondo le disposizioni della rottamazione-ter, effettuando pochi e semplici passaggi. Per scaricarli non saranno necessari Pin o password, ma esclusivamente il codice fiscale del contribuente.

Vediamo come funziona nel dettaglio il nuovo sistema per scaricare i bollettini online per la rottamazione delle cartelle.

Rottamazione: ecco come richiedere i bollettini online

Female student listening webinar online

L’Agenzia delle Entrate ha comunicato il definitivo passaggio alla nuova modalità in data giovedì 11 Novembre 2021, con un comunicato stampa. All’interno di questo vengono anche spiegate le modalità d’accesso al sistema, che sono state semplificate per allargare la platea di richiedenti.

A chi è destinato il nuovo servizio? Si tratta di tutti coloro che hanno stipulato un patto di pagamento in più di 10 rate: questi potranno scaricare i moduli anche dall’undicesima rata in poi, tutto direttamente online.

La procedura per richiedere i bollettini è molto semplice:

  • bisogna andare sul sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it;
  • andare sulle pagine dedicate alla rottamazione ter e al saldo e stralcio;
  • inserire il proprio codice fiscale e la documentazione prevista per il riconoscimento.

Rottamazione: come scaricare i bollettini?

pagamenti tasse

Per caricare i bollettini dalla piattaforma online dell’Agenzia delle Entrate, non occorrono né password né Pin particolari, ma è sufficiente il codice fiscale. Per accedere all’area riservata preposta, è necessario utilizzare uno dei seguenti strumenti:

  • SPID;
  • CIE (Carta d’Identità Elettronica);
  • CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

I mesi di Settembre e Ottobre 2021, rimangono coinvolti nella vecchia modalità, ossia l’Agenzia si è impegnata ad inviare a casa degli interessati i relativi moduli in formato cartaceo.