Rottamazione ter 2022, occhio alla prima scadenza: quando bisogna pagare

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
27/02/2022

Domani 28 febbraio scade il tempo utile per saldare la prima rata della rottamazione ter 2022, ripartita regolarmente dopo le numerose proroghe disposte negli scorsi mesi a causa della pandemia. Vediamo il calendario completo delle date entro cui bisogna ultimare i pagamenti.

office-with-documents-and-money-accounts (2)-min

Lunedì 28 febbraio è la prima scadenza della nuova rottamazione ter, riattivata a pieno regime dopo il periodo di proroghe e sospensioni introdotte durante l’emergenza pandemica.

La giornata di domani coinciderà quindi con il termine ultimo per pagare la prima quota della rottamazione ter dovuta nel nuovo anno: vediamo nel dettaglio quali sono gli altri giorni entro cui bisognerà saldare le rate.

Rottamazione ter: le scadenze per il 2022

businessman-marking-on-calendar-for-an-appointment-min

Dopo le numerose proroghe disposte durante la pandemia riprende a lavorare la macchina del Fisco con le scadenze della rottamazione ter. Il primo appuntamento per i contribuenti in debito è previsto per la giornata di domani 28 febbraio, entro cui bisognerà pagare la prima delle quattro rate della rottamazione dovute per il 2022. Di seguito tutte le scadenze:

  • prima rata il 28 febbraio 2022;
  • seconda rata il 31 maggio 2022;
  • terza rata il 31 luglio 2022;
  • quarta rata il 30 novembre 2022.

Continuerà ad applicarsi anche quest’anno il termine di tolleranza di cinque giorni, che consente al contribuente che paga con lieve ritardo di non decadere dal piano agevolato di versamento. Per chi invece paga in misura inferiore a quanto dovuto o oltre i 5 giorni di tolleranza è prevista la decadenza dal piano agevolato di pagamento e l’impossibilità di accedere a nuove rateizzazioni.

Rottamazione: le novità per il 2022

money-3481757_1920

Nel 2022, a differenza di quanto avvenuto in passato, la rottamazione ter non sarà affiancata dal saldo e stralcio: l’ultima scadenza relativa al saldo e stralcio era infatti fissata al 31 luglio 2021, poi prorogata al 14 dicembre 2021 insieme a tutte le rate dovute per il 2020 e il 2021.

Per la rottamazione ter, resta ferma la possibilità di versare le somme dovute in un massimo di 18 rate, articolate in quattro scadenze annue a decorrere dal 2020. Il calendario delle scadenze del 2022 perde quindi il doppio appuntamento annuo previsto per il versamento della quota di debito dovuta, lasciando la rottamazione ter come ultimo appuntamento fiscale dell’anno.