Rottamazione ter: solo il 50% delle rate è stato pagato

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
15/05/2022

Dopo aver superato il termine ultimo entro cui saldare le rate, scaduto il 9 Maggio 2022, è possibile tirare le somme sull’azione di recupero intrapresa dal governo. Dai dati emersi, si nota come solo il 50% dei soggetti cui era rivolta l’opzione hanno aderito, rendendo tutta l’operazione un mezzo fiasco.

tasse calcolo

Quando sono i numeri a parlare, bisogna mettersi ad analizzare attentamente i pro e i contro. Per quanto riguarda la rottamazione ter, ciò che emerge è un fallimento al 50%, in quanto di tutti i contribuenti che dovevano essere coinvolti nella pace fiscale, solo la metà ha scelto di aderire.

La pace fiscale si ricorda è quel meccanismo messo a disposizione dal governo per rateizzare le somme non pagate del 2020, consentendo pagamenti semplificati.

Rottamazione ter: cosa non ha funzionato?

pagamenti tasse

Cerchiamo di analizzare cosa non ha funzionato nel sistema della rottamazione ter. L’opzione fu adottata per consentire ai debitori in crisi di liquidità a causa della pandemia, di poter pagare i debiti a rate. In questo modo lo Stato si garantiva entrate che altrimenti non sarebbe mai avvenute, considerando chiaramente un ritorno alla normalità entro due anni.

Diciamo che tra il 2020 ed oggi le situazioni “particolari” non si sono limitate alla pandemia, ma si è assistito anche ad altri scenari che hanno fatto in modo che i prezzi dei beni di consumo e dei carburanti salissero a dismisura. Dunque quella che si pensava essere una crisi di liquidità momentanea è diventata perdurante, motivo per cui in molti hanno scelto di non aderire al programma.

Rottamazione ter: la nuova scadenza

Tasse

Vediamo ora quali sono le nuove scadenze in tema di rottamazione ter e pace fiscale. I contribuenti coinvolti per rientrare a pieno in linea con la propria situazione debitoria, dovranno saldare interamente le rate del 2021. Per saldare interamente i debiti del 2021, la scadenza è fissata al 31 Luglio 2022, che considerando i giorni di tolleranza concessi e le domeniche, slitterà all’8 Agosto.

In seguito vi sono le rate in scadenza nel 2022, che vanno saldate entro il 30 Novembre 2022, 5 Dicembre considerando i giorni di tolleranza. In questo caso è probabile che altri contribuenti decidano di non pagare le rate ed uscire dall’opzione.