Saldo IMU 2022: quando scade e come pagare

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureato in Management Internazionale
01/12/2022

Termina il prossimo 16 dicembre il tempo utile per procedere al versamento del Saldo IMU 2022. Tutti i soggetti obbligati devono ultimare l’adempimento entro la scadenza scegliendo tra uno dei diversi metodi di pagamento a disposizione: vediamoli insieme.

covid-19-global-economic-crisis

Si avvicina la scadenza del Saldo IMU 2022, la seconda delle due rate dovute dai soggetti che possiedono una seconda abitazione.

Entro il 16 dicembre, infatti, tutti gli interessati dovranno provvedere a pagare la tassa secondo una delle modalità consentite dall’Agenzia delle Entrate. Vediamo nel seguente articolo tutti i dettagli a riguardo.

Saldo IMU 2022: quando scade?

world-habitat-day-model-house-on-hand

Si avvicina sempre più la scadenza per pagare l’IMU, la tassa obbligatoria dovuta da chiunque possiede una seconda casa. Il pagamento dell’IMU spetta ai proprietari di fabbricati, terreni e aree fabbricabili, nonché ai titolari di diritti di usufrutto, abitazione, superficie, uso ed enfiteusi e ai titolari del diritto di godimento della casa coniugale assegnata dal giudice in caso di separazione o divorzio.

Rientrano tra le seconde case tutte quelle facenti parte del gruppo catastale A (ad eccezione della categoria A10, per le quali è previsto un altro coefficiente di calcolo) in cui il proprietario non risiede abitualmente.

Il pagament0 per il 2022 viene fatto in due rate: la prima è scaduta il 16 giugno scorso, mentre la seconda scadrà, appunto, il prossimo 16 dicembre.

Saldo IMU 2022: come pagare?

euro-money-euro-currency-coins-stacked-on-top-of-each-other-in-different-positions-against-the-background-of-euro-banknotes-business-finance-concept-business-news-splash-screen-banner-mockup-min

Per quanto riguarda il pagamento del Saldo IMU 2022, questo deve essere effettuato tramite modello F24, riportando all’interno della sezione “IMU e altri tributi locali” la cifra da pagare. Il versamento può essere effettuato:

  • in banca;
  • negli uffici postali;
  • online attraverso servizi di remote banking;
  • presso agenti della riscossione dotati di terminali elettronici idonei.

Per quanto riguarda, invece, il calcolo dell’IMU da pagare sulla seconda casa, occorre conoscere il valore fiscale dell’immobile, ossia la rendita catastale indicata nella visura catastale, l’aliquota comunale e il coefficiente IMU seconda casa, che è pari a 160.

Il valore dell’imposta da pagare si calcola nel seguente modo:

  • aggiungere alla rendita catastale il 5%;
  • moltiplicare il valore ottenuto per il coefficiente IMU seconda casa, ossia 160;
  • moltiplicare il risultato per l’aliquota comunale.