Scadenze fiscali aprile 2023: quali sono e calendario

Quali sono le principali scadenze fiscali per aprile 2023? La data più importante da ricordare è quella del 3 aprile per i cuochi professionisti. Vediamo insieme quali sono i principali adempimenti per il prossimo mese. 

Calendario

Si avvicina un nuovo mese, il che significa un nuovo mese di appuntamenti con gli adempimenti nei confronti del fisco. Dopo le scadenze fiscali previste per marzo 2023, entrano in campo le scadenze fiscali di aprile 2023.

Vediamo insieme.

Scadenze fiscali per aprile 2023

calendar-gddd9078ac_1920

Aprile 2023 porterà molte scadenze fiscali importanti, alcune delle quali richiedono azioni immediate. Dalla richiesta del bonus chef  al versamento della rata del saldo IVA 2022 per chi ha rateizzato. Ma non solo: vediamo insieme quali sono le principali scadenze fiscali di questo mese.

Bonus chef

Il primo appuntamento è il 3 aprile 2023, giorno entro cui i cuochi professionisti impiegati presso alberghi e ristoranti possono richiedere il bonus chef.

Il bonus chef è un credito di imposta che copre il 40% delle spese ammissibili sostenute nel periodo 1° gennaio 2021 – 31 dicembre 2022, fino ad un massimo di 6.000 euro, per l’acquisto di beni strumentali durevoli e la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale. È necessario che la spesa risulti pagata con modalità tracciabili e immediatamente riconducibili al cuoco che effettua la richiesta.

La procedura per la domanda si è aperta il 27 febbraio 2023 e si chiuderà il 3 aprile 2023 alle ore 15:00. È necessario autenticarsi con credenziali SPID, CIE (Carta identità elettronica) o CNS (Carta nazionale servizi) sulla piattaforma di Invitalia.

Versamento rata e liquidazione IVA

Il giorno 17 aprile 2023 (poiché il 16 è domenica) cade il versamento della rata del saldo IVA 2022 per chi ha rateizzato. Nella stessa data, c’è il versamento della liquidazione IVA del mese di marzo 2023 per chi fa la liquidazione mensile e il versamento delle ritenute operate dal sostituto d’imposta nel mese di marzo.

Rottamazione quater

Il 30 aprile 2023 è l’ultima occasione per richiedere la rottamazione quater, una definizione agevolata prevista dalla legge di bilancio 2023 per le cartelle di pagamento che riguardano debiti affidati all’Agenzia Entrate Riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022.

Il beneficio per chi aderisce è che saranno azzerati sanzioni ed interessi, mentre sarà pagata solo la quota capitale del debito. La richiesta deve essere inviata all’Agenzia Entrate Riscossione entro il 30 aprile 2023 e può essere effettuata dall’area riservata o dall’area pubblica del sito web dell’Agenzia. L’Agenzia invierà la comunicazione di accoglimento o rigetto della domanda sanatoria cartelle entro il 30 giugno 2023.

Lascia un commento