Scadenze fiscali di agosto 2023: ecco cosa pagare e le sospensioni previste

Il mese di agosto porta alcuni cambiamenti per le attività fiscali, ma ci sono comunque adempimenti da tenere presente. Scopri le scadenze del mese e le sospensioni in vigore.

Scadenze fiscali di agosto 2023: ecco cosa pagare e le sospensioni previste

Agosto 2023 è un mese che porta con sé alcune sospensioni per le attività fiscali, secondo quanto stabilito dall’articolo 37 comma 11 bis del decreto legge 223 del 2006, con modifiche apportate dall’articolo 3-quater del decreto legge del 16/2012. Dal 1° agosto al 20 agosto sono sospesi i versamenti e gli adempimenti fiscali, mentre dal 1° agosto al 4 settembre vi è la sospensione degli avvisi bonari e delle richieste documentali. Le prime scadenze fiscali cui fare riferimento sono pertanto quelle del 21 agosto 2023.

Scadenze fiscali del 21 agosto 2023

Scadenze fiscali di agosto 2023: ecco cosa pagare e le sospensioni previste

La prima scadenza del mese riguarda il versamento della quota fissa trimestrale dei contributi INPS per Artigiani e Commercianti, iscritti alle relative gestioni speciali IVS.

I sostituti di imposta devono effettuare il versamento dell’imposta sostitutiva dell’Irpef, delle addizionali regionali e comunali sulle somme erogate ai dipendenti nel mese di luglio, relative agli incrementi di produttività.

Il 21 agosto è anche la data per il versamento della Tobin tax sulle transazioni finanziarie.

Entro questa data, i contributi alla Gestione Separata INPS e le retribuzioni maturate nel mese precedente per il lavoro dipendente devono essere versati utilizzando il modello F24.

I contribuenti titolari di partita IVA devono provvedere al versamento della 3° rata delle imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2022 e di primo acconto per l’anno 2023, con applicazione di interessi nella misura dello 0,51%.

I soggetti IRES (imposta sul reddito delle società) con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare che hanno approvato il bilancio entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio, scelto il pagamento rateale e effettuato il primo versamento entro il 30 giugno 2023, devono effettuare il versamento della 3° rata, con applicazione di interessi nella misura dello 0,51%.

Coloro che esercitano attività di intrattenimento devono versare l’imposta relativa entro il 21 agosto.

Scadenze fiscali del 31 agosto 2023

Scadenze fiscali di agosto 2023: ecco cosa pagare e le sospensioni previste

Le aziende devono inviare il flusso Uniemens con i dati retributivi e contributivi dei lavoratori dipendenti relativi al mese precedente entro il 31 agosto 2023.

Entro la stessa data, è necessario registrare i contratti di locazione e versare l’imposta di registro corrispondente.

Agosto 2023, nonostante le sospensioni previste dalla legge, richiede comunque attenzione per gli adempimenti fiscali. Le aziende e i contribuenti sono chiamati a rispettare le scadenze del 21 e del 31 agosto per evitare sanzioni e problemi con le autorità fiscali. Mantenere un’accurata organizzazione e pianificazione è fondamentale per affrontare con successo le responsabilità fiscali di questo mese.

Lascia un commento