Scadenze Fiscali di Luglio 2023: proroghe e le novità da conoscere

Andiamo oggi a vedere quali sono le scadenze fiscali di luglio 2023 a cui prestare attenzione. Dalla Rottamazione quater ai versamenti contributivi.

Scadenze Fiscali di Luglio 2023: proroghe e le novità da conoscere

Le scadenze fiscali del mese di luglio 2023 subiscono gli effetti delle recenti proroghe annunciate nelle scorse settimane. È importante comprendere quali pagamenti non sono richiesti durante questo mese, così da evitare eventuali ritardi o confusione.

La prima novità di rilievo riguarda la scadenza del 31 luglio per il pagamento della prima rata della Rottamazione quater, la quale è stata posticipata al 31 ottobre 2023. Questo slittamento offre ai contribuenti un ulteriore periodo di tempo per adempiere ai propri obblighi.

Inoltre, i pagamenti IVA e IRAP per le imprese, originariamente previsti per il 30 giugno 2023, sono stati posticipati rispettivamente al 20 luglio 2023 (senza maggiorazione) e al 31 luglio 2023 (con una maggiorazione dello 0,40%). Di conseguenza, le scadenze inizialmente previste per il mese di giugno ricadono ora nel mese di luglio 2023.

Le scadenze fiscali del mese di luglio 2023

Scadenze Fiscali di Luglio 2023: proroghe e le novità da conoscere

La prima scadenza cade il 1° luglio e riguarda i contributi trimestrali per colf, badanti e collaboratori domestici in genere. Il versamento può essere effettuato attraverso il sistema PagoPa, utilizzando tre modalità disponibili: online, presso gli uffici postali o tramite il sistema Sisal Mooney.

A metà mese, precisamente il 17 luglio 2023, sono previsti i pagamenti mensili. Le tasse da pagare in questa data includono:

  • la liquidazione e il versamento dell’IVA mensile (per coloro che adottano tale regime), codice tributo 6006 – Versamento IVA mensile giugno;
  • il versamento mensile della Tobin tax;
  • l’imposta sugli intrattenimenti per le attività svolte nel mese di giugno 2023, codice tributo 6728 (Imposta sugli intrattenimenti);
  • i versamenti dei contributi INPS per i lavoratori dipendenti;
  • i versamenti dei contributi INPS per i lavoratori autonomi;
  • i sostituti di imposta devono versare l’imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle addizionali regionali e comunali sui compensi del reddito da lavoro dipendente.

Scadenze di luglio 2023: parliamo del canone Rai

Scadenze Fiscali di Luglio 2023: proroghe e le novità da conoscere

Un’altra scadenza è prevista per il giorno 31 luglio. In questo caso, ci riferiamo al canone Rai. Tale termine si applica esclusivamente ai soggetti per i quali non è possibile addebitare il canone Rai tramite la fattura dell’utenza elettrica. Tali contribuenti possono scegliere di effettuare il pagamento in un’unica soluzione entro il 31 gennaio.

In alternativa, possono optare per il pagamento semestrale, che richiede il versamento entro il 31 luglio della seconda rata dell’importo di 45,94 euro. Infine, il contribuente può scegliere di pagare in rate trimestrali; in tal caso, la scadenza della terza rata, pari a 23,93 euro, è prevista per il 31 luglio 2023.

Il pagamento di queste scadenze deve essere effettuato utilizzando il modello F24.

Lascia un commento