Scuola: a chi spettano gli arretrati?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
21/12/2022

Novità sul fronte scuola: dal prossimo anno infatti, con la firma sul nuovo contratto del lavoro, in arrivo fino a 2450 euro di arretrati. Ma a chi spetteranno? Si tratta di circa 1,1 milioni appartenenti alla scuola e 77.255 appartenenti all’Università. Approfondiamo insieme la questione e vediamo chi avrà diritto agli arretrati.

Scuola

Dopo l’okay della Corte dei Conti di lunedì, e il via libera flash da parte dell’Aran, col benestare di tutti i sindacati, è stato finalmente firmato il nuovo CCNL Istruzione e Ricerca, relativo al triennio 2019-2021. La grande novità coinvolge una platea di circa 1.232.248 dipendenti, di cui 1.154.993 appartenente ai settori scuola e Afam (compresi 850mila docenti) e 77.255 appartenenti ai settori università (con esclusione dei docenti) ed enti di ricerca.

Vediamo i dettagli della vicenda, e valutiamo quali sono le altre novità.

Scuola: quali sono le novità?

Scuola

Vediamo in primis quali sono le novità relative al settore della scuola e della ricerca. Il ministro dell’Istruzione e del merito, Giuseppe Valditara, ha annunciato oltre due miliardi per l’edilizia scolastica, di cui 953,5 milioni di nuove risorse. I soldi messi a disposizione andranno in particolare per messa in sicurezza, riqualificazione, adeguamento sismico, antincendio, eliminazione barriere architettoniche, e per interventi su mense e palestre.

Queste previsioni sono state molto apprezzate anche dal presidente dell’Upi che ha detto a riguardo:

L’arrivo di nuove risorse destinate a messa in sicurezza e modernizzazione delle scuole è un’ottima notizia.

Scuola: via alla consegna degli arretrati

Scuola

Veniamo alla notizia principale: è ufficiale con la firma del nuovo contratto del lavoro relativo all’Istruzione e alla Ricerca, verranno erogati degli aumenti di stipendio a circa 1.232.248 dipendenti, di cui 1.154.993 appartenente ai settori scuola e Afam. Se si guarda l’aumento medio mensile, si tratta di circa 98 euro al mese lordi. Per i docenti, circa 101 euro al mese lordi.

Oltre agli aumenti spettanti però, saranno erogati ai dipendenti del settore scuola anche gli arretrati, pari a 2.362,49 euro medi per tutto il personale della scuola (per i docenti l’ammontare è di 2.450 euro medi).