Se abiti in questa regione le bollette puoi godere di un bonus bollette extra

A seguito degli aumenti continui delle tariffe delle utenze domestiche, tra cui acqua, gas e corrente, che hanno pesantemente influenzato il bilancio delle famiglie italiane, una nuova iniziativa governativa promette un significativo sollievo economico.

Dal 18 aprile al 20 maggio 2024, i cittadini di alcuni comuni della Toscana avranno l’opportunità di richiedere un rimborso per le spese sostenute nel 2023 grazie al Bonus Sociale Idrico Integrativo.

Chi può Beneficiare del Bonus?

Il bonus è accessibile ai residenti nei comuni dell’Unione Valdera in provincia di Pisa, inclusi Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme Lari, Chianni, Palaia e Pontedera. Per essere idonei, i cittadini devono avere un ISEE in corso di validità non superiore a 12.000 euro. Tuttavia, per le famiglie numerose con almeno quattro figli a carico, il limite ISEE si eleva a 20.000 euro.

Come Fare Domanda?

Il processo di domanda per il bonus è interamente digitale. Gli interessati dovranno accedere a una piattaforma online, armati di SPID, Carta d’Identità Elettronica (CIE) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS). È necessario presentare anche una copia dell’attestazione ISEE del 2024, la fattura delle utenze idriche del 2023 e un documento di identità valido.

Nel caso delle utenze condominiali, sarà necessario allegare un modulo compilato dall’amministratore di condominio che attesti le spese sostenute, oltre alla copia della carta di identità dell’amministratore stesso.

Qual è l’Obiettivo del Bonus?

Il Bonus Sociale Idrico Integrativo mira a alleviare il peso delle crescenti spese domestiche, rendendo più gestibili i costi per le famiglie in condizioni di vulnerabilità economica. In un periodo in cui le spese per le necessità quotidiane come il cibo e il carburante sono in aumento, e gli stipendi rimangono stagnanti, iniziative come questa rappresentano una boccata d’aria fresca per molte famiglie che si trovano costrette a rinunciare a spese non essenziali come le vacanze o il tempo libero.

Come muoversi per aderire all’iniziativa

Per le famiglie interessate, ora è il momento di agire e approfittare di questa opportunità offerta dal governo. Raccogliere le bollette del 2023 e preparare la documentazione necessaria può rappresentare un piccolo sforzo iniziale, ma il potenziale beneficio economico vale decisamente la pena. Con le domande già aperte e una finestra limitata per presentarle, è essenziale non perdere tempo per assicurarsi di ottenere il rimborso spettante.