Servizi INPS online: come accedere se non si ha un’identità digitale

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
17/01/2022

Dal 1° ottobre 2021 l’accesso a tutti i servizi della Pubblica Amministrazione è consentito esclusivamente attraverso l’identità digitale, autenticandosi tramite SPID, Carta d’Identità Elettronica (CIE) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Ma esiste un metodo alternativo che è ancora possibile sfruttare: scopriamolo insieme.

12-inps-ansa

Come è ormai ampiamente appurato, dal 1° ottobre 2021 l’accesso a tutti i servizi della Pubblica Amministrazione, e dunque anche ai servizi INPS, è consentito solo attraverso l’identità digitale, autenticandosi con le credenziali del Sistema Pubblico dell’Identità Digitale (SPID), della Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o della Carta d’Identità Elettronica (CIE).

Sono stati dismessi, infatti, tutti i PIN INPS validi fino a quel momento. Ma esiste ancora un metodo alternativo per accedere anche se non si è in possesso di un’identità digitale: vediamo nel seguente articolo di cosa si tratta.

Servizi INPS online: accesso tramite il Contact Center

inps-pensioni-1200×675

La modalità alternativa all’identità digitale che rende ancora possibile accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione è quella che sfrutta il Contact Center dell’INPS.

L’accesso attraverso Contact Center, infatti, non necessita di credenziali SPID, CIE o CNS, in quanto non è previsto un riconoscimento telefonico dell’utente: in questo caso, l’accesso a tutti i canali di servizio è possibile attraverso il cosiddetto PIN telefonico temporaneo.

Si tratta di un particolare PIN della validità da 1 giorno a 3 mesi, ottenibile direttamente tramite l’applicativo “Assegnazione PIN telefonico temporaneo”: per averlo è necessario indicare il periodo di validità desiderato, che può variare, come detto, da 1 giorno a 3 mesi. Gli utenti ottengono così un codice alfanumerico della durata prescelta.

In caso di smarrimento, è possibile generare un nuovo PIN telefonico che annullerà automaticamente il precedente.

Servizi INPS online: come funziona la delega

businessman-checking-documents-at-table-min

È bene ricordare, inoltre, che dal 16 agosto 2021 il cittadino sia impossibilitato ad utilizzare in autonomia i servizi online dell’INPS può delegare un’altra persona di sua fiducia all’esercizio dei propri diritti nei confronti dell’Istituto.

Ogni persona può designare un solo delegato e ogni delegato può essere designato da non più di cinque persone, limite che non si applica tuttavia ai tutori, ai curatori e agli amministratori di sostegno.

Poiché i PIN INPS sono stati disattivati il 30 settembre 2021, al fine di continuare ad esercitare il proprio ruolo nei riguardi dei soggetti tutelati, i tutori, i curatori, gli amministratori di sostegno e gli esercenti la potestà genitoriale devono richiedere la registrazione di una delega per tutti i soggetti rappresentati che hanno bisogno di interagire con l’INPS.

La richiesta può essere effettuata direttamente dal delegante presso un qualsiasi ufficio territoriale INPS presentando il modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale (mod. AA08 scaricabile dal portale www.inps.it) e la copia del documento di riconoscimento del delegante.