Spese sanitarie: come riavere il 19% delle spese

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
03/06/2022

Cambia la normativa inerente alla restituzione delle somme spese in materia sanitaria: con il super cashback sanitario infatti le spese sostenute saranno restituite immediatamente, senza dover attendere la dichiarazione dei redditi. Ma quanto verrà restituito? Scopriamolo insieme!

Medicine

Il nuovo accordo concluso tra le forze della maggioranza ha dato esito largamente positivo, in quanto è stata modificata la norma in materia di cash back delle spese sanitarie. Non sarà dunque più necessario attendere la dichiarazione dei redditi per ottenere le somme, ma basterà semplicemente effettuare il pagamento con metodi tracciabili.

Vediamo nel dettaglio come funziona il meccanismo e in che modo sarà possibile riottenere parte delle somme spese.

Spese mediche: rimborso immediato

Medicine

Come detto dunque, ottenere il rimborso per le spese mediche sarà immediato, senza dover attendere la dichiarazione dei redditi. La maggior velocità verrà garantita dai nuovi mezzi telematici, che assegneranno il rimborso in automatico direttamente sul conto corrente nel caso in cui il pagamento sia stato effettuato con metodi di pagamento tracciabili.

Ma non basta solo questo: il venditore avrà l’onere di comunicare all’anagrafe tributaria a quanto ammonta la spesa sostenuta dal contribuente e dovrà indicare la volontà di quest’ultimo di voler fruire del Cashback sanitario apposito. Ma ci sono differenze con il cashback che ha cancellato Draghi?

Ritorno del cashback?

come-avere-il-cashback

Il meccanismo cashback è tornato? Il governo Draghi aveva inizialmente deciso di non farne uso in quanto era uno spreco di risorse. Non è evidentemente dello stesso avviso il Movimento 5 Stelle, che lo considera come un vero e proprio cavallo di battaglia. Ovviamente il neo sistema introdotto avrà delle differenze rispetto al precedente: scopriamo quali sono.

Se lo si confronta con il vecchio sistema si nota come quello attuale non è un vero e proprio cashback, ma si tratta per lo più di utilizzare una detrazione già prevista dal fisco. Per il ritorno del vero e proprio cashback bisognerà attendere forse la prossima legislatura.