Stop cartelle esattoriali: nuova proroga al 30 agosto

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
29/06/2021

Nei prossimi giorni si attende un nuovo decreto che riguarderà la sospensione delle cartelle fino al 30 agosto, il rifinanziamento della Nuova Sabatini e il blocco dei licenziamenti. Non è prevista alcuna nuova legiferazione, invece, in merito a rottamazione, saldo e stralcio.

business-finance-man-calculating-budget-numbers-invoices-and-financial-adviser-workingDa tempo si vocifera di un’ulteriore proroga per quanto riguarda la ripartenza della macchina del Fisco, ma non è stato ancora promulgato nessun atto ufficiale in merito. In assenza di interventi il primo luglio potrebbe ripartire tutto, ma tutto fa pensare ad un nuovo differimento dell’attività di riscossione.

Il fermo alla riscossione delle cartelle esattoriali è stata una delle novità del Decreto Sostegni e l’obiettivo era quello di alleggerire il peso della tassazione in seguito all’emergenza Covid. Dato che le conseguenze della crisi continuano a farsi sentire, si opterà per un’ulteriore prolungamento dei termini di scadenza.

Cosa contiene il nuovo decreto

office-with-documents-and-money-accountsEntro il 29 giugno il Consiglio dei Ministri dovrebbe approvare il nuovo decreto legge in merito alla sospensione delle cartelle fino al 30 agosto, con la promulgazione di una nuova proroga alla notifica di atti, ingiunzioni e simili, dato che l’ultima scadenza era prevista per il 30 giugno.

Il decreto non contiene soltanto il fermo alla riscossione fino al 30 agosto ma anche una proroga selettiva per il blocco dei licenziamenti legato alla cassa integrazione, insieme ad una nuova decontribuzione per i settori maggiormente in difficoltà e il rifinanziamento della Nuova Sabatini.

Le anticipazioni ci dicono che la proroga sarà dal 30 giugno al 30 agosto e riguarderà:

  • sospensione dei termini di pagamento delle cartelle precedentemente ricevute;
  • sospensione dell’invio delle nuove cartelle esattoriali;
  • blocco dei provvedimenti di riscossione.

Rottamazione, saldo e stralcio

FiscoPer quanto riguarda l’aumento del termine ultimo per pagare le rate della rottamazione e del saldo e stralcio ci sono ancora molti dubbi.

Attualmente sono previste per il 31 luglio e il 30 novembre, rispettivamente per le rate che sono scadute nel 2020 e nel 2021. Nessuna indicazione, ancora, per quanto riguarda il loro inserimento nel nuovo decreto.