Superbonus 110% 2022: come dimostrare il SAL 30% entro la scadenza

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
08/09/2022

Per accedere al Superbonus 110 per cento per villette e unifamiliari è necessario completare il 30 per cento dei lavori complessivi, il c.d. SAL. Ma come dimostrare di aver raggiunto tale soglia entro il 30 settembre 2022? Vediamo insieme.

Lavori, Edilizi

Per chi vuole usufruire del Superbonus 110 per cento per gli interventi effettuati su villette e unifamiliari è necessario raggiungere il SAL 30 per cento dei lavori entro il 30 settembre 2022, altrimenti si rischia di non poter accedere alla misura e di dover pagare di tasca propria i lavori.

Ma come dimostrare di aver realizzato il 30 per cento dei lavori complessivi entro la scadenza? Vediamo insieme.

Superbonus 110% 2022: presentazione della CILAS

Edilizia

Innanzitutto, per poter accedere al Superbonus 110 per cento per villette e unifamiliari era necessario presentare la CILAS entro il 30 giugno 2022. Si tratta della “Comunicazione inizio lavori asseverata supebonus”, cioè il titolo abilitativo che si presenta al comune per la realizzazione degli interventi ammessi al 110.

Gli scenari che si presentano sono i seguenti:

  • se la CILAS è stata presentata prima del 30 giugno 2022, ma entro il 30 settembre 2022 non si raggiunge il SAL 30%, il bonus 110 villette è solo sulle spese sostenute entro il 30 giugno 2022;
  • nel caso di CILAS presentata prima del 30 giugno 2022 ed entro il 30 settembre 2022 si raggiunge il SAL 30% il 110 villette spetta per tutte le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022;
  • nel caso in cui la CILAS non sia stata presentata prima del 30 giugno 2022, non si ha diritto al bonus.

Come dimostrare il SAL 30%

Edilizia

Per chi ha presentato CILAS prima del 30 giugno scorso, è necessario proseguire con la seconda fase, ossia  dimostrare che entro il 30 settembre 2022 si sia raggiunto il SAL del 30 per cento per accedere al Superbonus 110 per cento sulle spese effettuate dal 1° luglio 2022 alla fine di questo stesso anno.

Al riguardo un suggerimento su come fare proviene dalla Commissione di monitoraggio presso il Consiglio superiore dei lavori pubblici.

Gli esperti hanno comunicato che la dimostrazione del SAL 30% deve essere fatta dal tecnico che segue i lavori, quindi, geometra, ingegnere, architetto, ecc. Quest’ultimo deve scrivere una dichiarazione, basata su idonea documentazione di prova. Le prove, ad esempio, possono essere date dal libretto delle misure, dal rilievo fotografico della consistenza dei lavori, dalla copia delle fatture, ecc.

La dichiarazione del tecnico e la relativa documentazione di prova deve essere tenuta a disposizione ed esibirla in caso di controlli. Inoltre è consigliato anche di inviarne copia, tramite PEC o raccomandata, all’impresa che ha fatto i lavori ed al committente.