Superbonus 110%: come compilare il modello 730/2021

25/09/2021

L’Agenzia delle Entrate ha fornito le istruzioni per inserire le spese sostenute per il Superbonus 110% nel modello 730 per la dichiarazione dei redditi. Cerchiamo di capire come fare per evitare di incorrere in errori che poi aumentano il tempo di attesa.

Fatturazione-elettronica_1-Copia

Il Superbonus 110% è uno dei provvedimenti più apprezzati degli ultimi tempi: il plauso tra i contribuenti è stato eccezionale, tanto che si pensa di farlo proseguire anche in futuro, almeno fino al 2023.

In tempi di presentazione di dichiarazione dei redditi, però, è necessario essere a conoscenza di tutte le modalità di inserimento delle spese sostenute, per evitare di incorrere in errori. Scopriamo insieme come funziona quando c’è di mezzo il Superbonus.

Dichiarazione dei redditi e Superbonus: come compilare il modulo 730

1572951050764_modello_730_B

Iniziamo con una premessa: possono seguire le successive istruzioni solamente coloro che come modalità di fruizione del Superbonus 110% hanno scelto la detrazione, rinunciando allo sconto in fattura e alla cessione del credito.


Leggi anche: Modello 730: detrazioni per coniuge a carico

Nel modello 730/2021, lo spazio dedicato al Superbonus 110% si trova nel Quadro E, alla voce “Oneri e spese”.

Per i lavori che danno diritto all’eco e sismabonus 110% si dovrà invece barrare la casella 7, righi E41 e successivi.

Sarà necessario compilare le seguenti sezioni:

  • III A per le spese relative ai lavori di recupero del patrimonio edilizio, installazione di pannelli fotovoltaici e per le misure antisismiche;
  • III C per le altre spese per le quali spettano le detrazioni del 50% e del 110%;
  • IV per le spese relative agli interventi di risparmio energetico.

Ulteriori istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

agenzia-delle-entrate

L’Agenzia delle Entrate specifica inoltre che le spese da inserire sono quelle effettuate tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2020. Queste, in seguito, verranno recuperate in quattro tranche con cadenza annuale di importo uguale.

Le spese sostenute prima del 1° luglio 2020 devono essere segnate in uno spazio dedicato: è quindi probabile che si vada a creare un doppio canale di detrazione.

Mattia Anastasi
  • Laureato in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
  • Laureando in Finanza e Metodi Quantitativi per l'Economia curriculum in Assicurazioni
  • Esperto in: Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica