Superbonus 110%: come funzionano i controlli comunali

18/08/2021

Superbonus 110%: grazie al decreto Semplificazioni è oggi possibile iniziare i lavori presentando la sola CILA. I Comuni, tuttavia, hanno mantenuto la facoltà di esercitare i controlli sulla conformità o meno al documento degli interventi realizzati: vediamo insieme come funzionano.

Engineers team discussing issues at construction site

Con la conversione in legge del decreto Semplificazioni è sufficiente presentare la sola CILA (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata) prima di avviare gli interventi ricompresi nel Superbonus 110%.

Una novità molto importante, questa, che ha tagliato notevolmente i tempi di attesa legati all’eccessiva burocratizzazione della procedura di accesso al bonus pensata inizialmente.

I Comuni, nonostante le semplificazioni adottate dal Governo, hanno mantenuto però la possibilità di effettuare i controlli sulla legittimità degli immobili oggetto dei lavori. Analizziamo la situazione più nel dettaglio.

Superbonus 110%: come funzionano i controlli comunali

Construction team working on site

Le novità apportate dal decreto Semplificazioni in merito al Superbonus 110% (in primis la necessità di presentare solamente la CILA) hanno velocizzato notevolmente i tempi per poter iniziare i lavori.


Leggi anche: Superbonus 110%, proroga al 2023: linee guida

Tuttavia, l’intervento del decreto Semplificazioni non ha comportato alcun venir meno dei controlli sulla veridicità delle attestazioni e sulla conformità dei lavori rispetto a quanto comunicato nella CILA, i quali restano tutt’oggi in mano ai Comuni.

L’ANCI, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, ha fatto chiarezza in merito confermando i poteri di controllo delle amministrazioni comunali e richiamando il comma 13-quater dell’articolo 33 del decreto Semplificazioni:

“Fermo restando quanto previsto al comma 13-ter, resta impregiudicata ogni valutazione circa la legittimità dell’immobile oggetto di intervento”.

I Comuni, pertanto, mantengono il pieno diritto di verificare eventuali abusi edilizi e di valutare la legittimità dell’immobile oggetto dei lavori.

Superbonus 110%: quando decade il diritto all’agevolazione

construction-site-min

Il comma 13-ter dell’articolo 33 del decreto Semplificazioni specifica invece i casi in cui viene meno la possibilità di usufruire del Superbonus 110%:

  • mancata o errata presentazione della CILA;
  • interventi realizzati in difformità dalla CILA;
  • non corrispondenza al vero delle attestazioni sugli interventi realizzati;
  • assenza del titolo abilitativo che ha previsto la costruzione dell’immobile oggetto d’intervento o del provvedimento che ne ha consentito la legittimazione.

Punti, questi, da tenere bene a mente da chi ha intenzione di intraprendere dei lavori beneficiando del Superbonus 110%.

 

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureando in Management Internazionale
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica