Superbonus 110%: fondi esauriti, cosa succede ora?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
20/06/2022

Il Superbonus 110% è la madre di tutti i bonus edilizi, sia per numero di soggetti utilizzatori sia per il numero di lavori che consente di effettuare sulla casa. Ora però sembra che i fondi siano terminati e molti contribuenti che hanno effettuato la domanda sono bloccati: cosa succederà?

superbonus 110

Il futuro del Superbonus 110% è assai in bilico, considerando in particolare il fatto che i fondi creati ad hoc sono terminati e che il governo non stia considerando una riconferma per il prossimo anno. Il premier Draghi infatti non ha mai visto di buon occhio la misura, il cui futuro è dunque ora più incerto che mai.

Ma cosa ne sarà di coloro che sono risultati beneficiari?

Superbonus: fondi terminati

CISA lavori superbonus

La conferma sul termine dei fondi disponibili per i contribuenti che hanno fatto richiesta per il Superbonus 110%, è arrivata direttamente dal Enea, lo scorso 31 Maggio 2022. Nel dettaglio, la richiesta per il Superbonus 110% ha raggiunto il valore di 33,7 miliardi di euro, una cifra molto elevata.

Talmente elevata che ha raggiunto e superato i 33,3 miliardi che il governo aveva stanziato, ipotizzando una durata fino al 2027. Urge in primis una rettifica dell’attuale fondo per coprire la differenza, mentre non è ancora certo quale sarà il futuro della misura per i prossimi anni.

Superbonus: cosa succederà ai beneficiari?

Casa

Vediamo ora cosa succederà a chi è risultato beneficiario del Superbonus 110%, ma che non ha ancora ricevuto i fondi destinati. In molti casi infatti si assiste ad interventi iniziati ma che non sono ancora stati ultimati: per questi il governo ha concesso lo status di massima priorità.

Il danno però non si ferma solo alle persone, si allarga anche alle imprese del settore edile, in quanto hanno sostenuto costi talvolta eccessivi rimanendo in attesa del pagamento dello Stato. Soldi che ancora non stanno arrivando, ponendo così molte imprese sul filo del fallimento.