Superbonus 110%: novità e cambiamenti

Novità per il Superbonus 110% e i bonus edilizi in generale: è in arrivo il decreto contenente il prezzario per i lavori rientranti nei bonus. A comunicarlo sarà il Ministero per la transizione Ecologica, si stima per il 9 Febbraio 2022. Vediamo di cosa si tratta e quali saranno le novità.

superbonus 110

In arrivo il prezzario dei lavori per Superbonus 110% e gli altri bonus edilizi. E’ già stata apposta la firma del Ministro per la Transizione Ecologica Cingolani, ma la pubblicazione verosimilmente slitterà al 9 Febbraio 2022. L’obiettivo del prezzario è quello di stabilire i valori massimi, che quindi saranno considerati congrui, per i lavori rientranti nei bonus edilizi.

Il prezzario coinvolge moltissimi lavori, da quelli trainanti a quelli di entità minore: le voci infatti sono circa 35.

Prezzario bonus edilizi: ecco le voci principali

bonus-casa

Si attende solo la data ufficiale in cui il decreto verrà iscritto in Gazzetta Ufficiale, per poter confermare che i bonus edilizi avranno dei nuovi prezzari per i massimali. Il Ministero atto alla redazione è quello della Transizione Ecologica, in quanto è necessaria la riqualificazione energetica per ottenere i bonus.

La lista dei prezzari non sarà analitica, bensì composta da 35 voci che al loro interno includeranno una serie di lavori assimilabili a quella voce. Di seguito si riportano le voci principali del prezzario:

  • la riqualificazione energetica globale degli edifici;
  • l’isolamento delle coperture, dei pavimenti e delle pareti perimetrali;
  • la sostituzione degli infissi (divisi per zone climatiche);
  • l’installazione di schermature solari;
  • le caldaie a condensazione;
  • microcogeneratori;
  • pompe di calore;
  • generatori a biomasse;
  • tecnologie di building automation.

Bonus edilizi: come funziona il prezzario?

Casa

Vediamo ora come funziona il prezzario per i massimali, che verrà introdotto con decreto a partire dal 9 Febbraio 2022. Come detto in precedenza, la ratio è quella di dividere gli interventi in macro categorie, non di riportare analiticamente tutti gli interventi possibili effettuabili.

Le voci non presenti potranno comunque essere integrate con i prezzari elaborati dalle Regioni: basti pensare che già nel 2022 le regioni Lazio e Sicilia hanno già aggiornato i loro prezzari. Manca però la specificazione sull’utilizza dei prezzari: non è infatti stato reso noto se questi dovranno essere utilizzati sempre o solo in determinate circostanze. Per saperlo bisognerà attendere la pubblicazione del testo.

Lascia un commento