Superbonus 110%, nuova CILA: istruzioni e documenti da allegare

06/08/2021

La nuova CILA semplificata per il Superbonus 110% debutterà ufficialmente a partire dal 5 agosto 2021. Il Ministero per la Pubblica Amministrazione ha anticipato i dettagli su come compilare il modello e quali documenti allegare: vediamoli insieme.

image-of-engineering-objects-on-workplace-top-view-construction-concept-engineering-tools-vintage-tone-retro-filter-effect-soft-focus-selective-focus-min

La nuova CILA (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata), introdotta con il decreto Semplificazioni con l’obiettivo di velocizzare i tempi burocratici legati all’ottenimento del Superbonus, entrerà ufficialmente in vigore da giovedì 5 agosto.

Il modello, versione snellita della CILA ordinaria, dovrà essere compilato prima di iniziare i lavori che potranno beneficiare del Superbonus 110%.

Vediamo nel dettaglio le indicazioni a riguardo rese note dal Ministero per la Pubblica Amministrazione.

Nuova CILA per Superbonus: come funziona

construction-site-min

Il decreto Semplificazioni ha introdotto nel nostro ordinamento la versione rinnovata della CILA, la Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata da inviare prima dell’inizio dei lavori per cui si richiede il Superbonus 110%.


Leggi anche: Superbonus 110%, proroga al 2023: linee guida

Il Ministero per la Pubblica Amministrazione ha reso noti i dettagli relativi alla compilazione del documento, che nella sua versione semplificata richiede solamente l’indicazione degli estremi del permesso di costruire o, in alternativa, del provvedimento che ha legittimato l’immobile, oltre ovviamente alla dichiarazione di conformità dell’intervento da realizzare firmata dal progettista.

Per gli edifici costruiti precedentemente alla data del 1° settembre 1967, invece, è sufficiente presentare la sola dichiarazione di conformità.

Nuova CILA: quali documenti vanno allegati?

engineer-meeting-for-architectural-project-working-with-partner-min

Il decreto Semplificazioni ha alleggerito anche la documentazione da presentare in allegato alla Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata, che è stata ridotta a:

  • l’elaborato progettuale, che comprende una descrizione sintetica dell’intervento da realizzare;
  • gli elaborati grafici nel caso in cui risultassero indispendabili a descrivere l’intervento da realizzare;
  • per gli interventi in edilizia libera è sufficiente una semplice descrizione dell’intervento da realizzare.

Tutti gli altri documenti da prodotti prima dell’inizio dei lavori verranno invece trasmessi all’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) dai tecnici che operano nel cantiere.

 

 

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureando in Management Internazionale
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica