Superbonus 110%: quando scade il termine per le villette?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
22/04/2022

Nel Def sono previste delle novità per i bonus edilizi, in particolare per il Superbonus 110% riguardante i lavori da effettuare nelle unifamiliari, così dette villette. Cerchiamo di fare chiarezza insieme, analizzando in particolare la nuova scadenza entro cui raggiungere il 30% dei lavori.

superbonus 110

Il tema delle villette, ossia degli edifici unifamiliari, continua a far discutere moltissimo il mondo della politica, tant’è che si è deciso di introdurre una ulteriore novità per il raggiungimento del 30% dei lavori. Stando a quanto prevedeva la precedente normativa, il 30% della Sal doveva essere raggiunto entro il 30 Giugno 2022, termine considerato troppo restrittivo per gli addetti ai lavori.

Ecco perché il decreto approvato a Montecitorio il 20 Aprile ha modificato tale limitazione: vediamo quando sarà il nuovo termine e tutte le altre novità.

Termine Sal 30%: presto la data della nuova scadenza

CISA lavori superbonus

Il Superbonus 110% per le villette unifamiliari avrà presto una nuova scadenza in termini di Sal 30%, ma non è ancora stata decisa definitivamente, neanche tramite il Def recentemente approvato nelle aule di Montecitorio. Le parti politiche più influenti richiedono come nuova scadenza quella del 30 Settembre, in luogo del 30 Giugno previsto dalla normativa attuale.

Non vi è ancora una data di accordo totale, dunque una decisione definitiva dovrà essere presa in un secondo momento. Il def ha trattato anche di cessione del credito edilizio: la cessione potrà ora essere effettuata non solo da anche ed assicurazioni, ma anche da altri istituti.

Superbonus villette: ecco l’elenco dei lavori ammessi

Casa

Vediamo ora, in attesa della nuova data per il termine della Sal al 30%, quali sono i lavori ammessi al Superbonus per le villette. I lavori seguono la ormai nota divisione standard prevista dal Superbonus tra lavori trainanti, ossia:

  • il cappotto termico;
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati;
  • interventi antisismici.

In seguito sarò possibile sbloccare i lavori trainati, di seguito elencati:

  • gli interventi di efficientamento energetico;
  • l’eliminazione delle barriere architettoniche;
  • l’installazione di impianti solari fotovoltaici e sistemi di accumulo;
  • l’installazione delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.