Superbonus 110%: un business da 30 miliardi di euro

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
05/05/2022

Sono ormai più di due anni che si sente parlare di Superbonus 110%, agevolazione utilizzatissima per effettuare lavori di restauro e recupero su immobili ad uso abitativo e non solo. Ma a quanto ammonta il business generato in tutto questo tempo? Vediamo cosa dicono a riguardo i dati Enea.

superbonus 110

Il Superbonus 110% è sempre una misura più centrale nell’ordinamento italiano, in quanto cresce di mese in mese il giro d’affari che genera. Complice anche il periodo della pandemia, in cui gli italiani hanno avuto più tempo da dedicare alla propria casa, il successo è stato vastissimo, tanto da far arrivare il business a valore 30 miliardi di euro.

Al di là di questo, continuano i battibecchi politici a riguardo, con Draghi che vuole abolire il Superbonus e il M5S che lo considera imprescindibile. Cosa succederà?

Superbonus 110%: cosa sta succedendo?

Italian PM Draghi attends a press conference

Dopo il grande successo, sembra che il Superbonus 110% stia portando con sé enormi incertezze e problematiche a livello politico, tanto da far dubitare gli italiani su un suo eventuale utilizzo. Come spiegato dall’Ance, il problema principale è la continua evoluzione normativa cui si sta assistendo ormai da un anno a questa parte: il governo sta facendo di tutto per screditare l’opzione.

Ma per quale motivo? Il principale è che si sono scoperti numerosi tentativi di frodi nei bonus edilizi, ma in verità pochi di questi erano direttamente connessi con il Superbonus. Altro aspetto negativo è quello dell’aumento dei costi dell’edilizia: dopo l’introduzione del bonus i prezzi sono triplicati, denuncia Confesercenti, allineandosi al pensiero politico di Draghi.

Superbonus 110%: chi vuole tenerlo?

CISA lavori superbonus

Vediamo ora chi ha intenzione di mantenere in vigore la norma. In primis vi sono i parlamentari del M5s che reputano l’opzione imprescindibile, in quanto sono stati proprio loro a volerne l’introduzione. A fianco dei grillini si schiera anche Confindustria.

Secondo l’istituto degli industriali, il piano dei bonus e degli aiuti è stato ampliamente confermato dal governo anche con la Legge di Bilancio, ecco perché i bonus, Superbonus 110% compreso, continueranno a rimanere in vigore, seppur con nuovi aggiustamenti.